CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Sunday, May 28, 2017

ELEZIONI AMMINISTRAIVE 2009 20144 ISOLA DELLE FEMMINE SCIOGLIMENTO COSNSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE,



ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2009 

LISTA PROGETTO ISOLA PORTOBELLO  VOTI 1597

LISTA RINASCITA ISOLANA BOLOGNA VOTI 1533

LISTA INSIEME RUBINO VOTI 1361 

VOTANTI 4922 

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 

LISTA  INSIEME LIBERI DI CAMBIARE RUBINO VOTI 1544 AUMENTA DI 183 VOTI RISPETTO AL 2009 

UN'ALTRA ISOLA SI BOLOGNA VOTI 2521  AUMENTA DI 988 VOTI RISPETTO AL 2009 

M5S ADELFIO  VOTI 192 

VOTANTI 4257   665 VOTANTI IN MENO PROBABILMENTE I POTENZIALI ELETTORI DI PROGETTO ISOLA PORTOBELLO CHE NON SI E' PRESENTATO NEL 2014 


IL POTENZIALE PACCHETTO DI  VOTI DEL 2009  CHE SI SPOSTANO NEL 2014 :


RISO  NAPOLEONE 160 VOTI, DIONISI VINCENZO  VOTI 100, BILLECI PIETRA VOTI 41, BALISTRERI VINCENZO VOTI 58, PELOSO ALBERTO VOTI 74, GIUCASTRO ALESSANDRO VOTI 133, CUTINO MARCELLO VOTI 155, CARDINALE ENRICO VOTI 60, LUCIDO SALVATORE VOTI 60, PALAZZOTO SALVATORE VOTI 237.

TOTALI VOTI IN LIBERA USCITA NEL 2014   1.078


ANNO 2009 anno di intercettazioni telefoniche: 


2009 GIUGNO OPERAZIONE GENIO CIVILE TRAPANI CACCETTA E PIZZO IN MANETTE INTERCETTATO AL TELEFONO IN CANDIDATO SINDACO STEFANO BOLOGNA GIUGNO 2009 ACQUE CALIDADE DEL GOLFO SRL TOIA SOLEMAR 1400 POSTI LETTO



2016 9 MARZO INTERCETTAZIONI TELEFONICHE BOLOGNA CACCETTA PIZZO LOTTIZZAZIONE SEGESTA SENTENZA CORTE DI CASSAZIONE PER CACCETTA (notizia diffusasi il 22 maggio 2009 in piena campagna elettorale, esempio teleoccidente

L'anno 2008 l'anno delle notizie DI STAMPA  sui 5 appartamenti della CALLIOPE :


2008 17 DICEMBRE L'AFFAIR DELLA CALLIOPE CINQUE APPARTAMENTI A FIGLI DI EX AMMINISTRATORI LA STORIA DI UNA DUPLICE SPARIZIONE DA ISOLA DELLE FEMMINE 3 AGOSTO 2007 (La notizia denuncia comiziata nel corso della campagna elettorale il 29 maggio 2009) 




La  relazione prefettizia di Palermo (pubblicata nella G.U. 29 novembre 2012)   ha motivato lo  scioglimento del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine alcune precisazioni si ritengono necessarie al fine di  evitare il ripetersi di  situazioni di illegalità e malaffare che hanno portato il Comune alla Gestione Commissariale.

  • “L’amministrazione Comunale ha agito sotto l’influenza ed il condizionamento delle criminalità organizzata di stampo mafioso allo scopo di favorire gli esponenti locali”
  • “Le ingerenze nelle funzioni e nei compiti curati dall’ente civico hanno preso corpo e si sono tradotte in molteplici illegittimità, abusi ed eccessi, sviamenti di potere e anomalie dell’attività amministrativa tutti tesi a favorire economicamente e sotto forma di altre utilità, soggetti a vario titolo collegati direttamente e indirettamente ad esponenti della locale consorteria mafiosa e, più in generale, a COSA NOSTRA”
  • “Tali condizionamenti e sviamenti nell’azione amministrativa dell’ente hanno caratterizzato non solo i due mandati dell’attuale Sindaco ma si manifestano come condotte da temppo radicate nell’ente, capaci di sopravvivere, adattandosi in maniera davvero preoccupante, anche all’alternanza delle coalizioni politiche al vertice del Comune di Isola delle Femmine”
  • In sostanza è stato rilevato che talune distorsioni poste in essere a favore di soggetti vicini alla locale famiglia mafiosa hanno radici nell’amministrazione comunale guidata dal Sindaco “omissis” e si sono replicate anche dopo le elezioni del Sindaco “omissis”

    1. “RELAZIONI PARENTALI CON ESPONENTI DI LEVATURA DI COSA NOSTRA “
    1. “SPECULAZIONI EDILIZIE”
    1. “INCOMPATIBILITà OBIETTIVA IN SOGGETTI CHE RICOPRONO CARICHE ISTITUZIONALI DI PRIIMO PIANO”
    1. “PERSISTENTI GRAVI IRREGOLARITA’ E ANOMALIE IN APPALTI, SERVIZI E FORNITURE”
    1. “MANCANZA DI TRASPARENZA NELLA GESTIONE DELLE PROCEDURE E NELL’IMPIEGO DEI FINANZIAMENTI PUBBLICI”
    1. “SVARIATE ANOMALIE IN MATERIA DI IMPOSIZIONE TRIBUTARIA CHE MOSTRANO TOLLERANZA VERSO L’EVASIONE FISCALE”
-Aggiudicazione, esecuzione dei sub-appalti e noli a ditte collegate con la criminalità organizzata per i lavori di “Collegamento del sistema fognario comunale al depuratore del Consorzio ASI di Carini”; lavori di “Ristrutturazione  approdo e movimentazione della zona destinata ai pescatori del porto”; lavori di “Manutenzione impianti di pubblica illuminazione”

-Concessioni edilizie illegittime (Vedasi documentazione interocorsa tra UTC e Dipartimento Urbanistica della Regione)

-Oneri di urbanizzazione non riscossi a favorire ditte collegate a personaggi di spicco del panorama della criminalità organizzata con conseguente:

1. SVIAMENTO DEL DETTATO NORMATIVO IN MERITO AI      PRESUPPOSTI DI RILASCIO DELLE CONCESSIONI
2.  MANCATA PERCEZIONE ONERI DI URBANIZZZAIONE
3. MANCATO INTROITO COSTI DI COSTRUZIONE AL’ATTO DEL  RILASCIO DELLE CONCESSIONI
4. MANCATO ACCERTAMENTO SIPULA POLIZZE FIDEUSSORIE A  GARANZIA
5.  TOTALE MANCANZA DI VOLONTA’ DEL COMUNE DI ANNULLARE    PROVVEDIMENTOI CONCESSORI IN AUTOTUTELA

-Mancata riscossione imposte comunali con riferimento a mebri di famiglie legate o riconducibili alla criminalità organizzata e alla compagine amministrativa (dipendenti, consiglio e giunta comunale)

-Contratti di locazione diffuse irregolarità amministrative e mancato rispetto delle regole che disciplinano l’attività contrattuale della P.A., commesse al solo scopo di favorire soggetti malavitosi, legati assai da vicino alla criminalità organizzata

-Occupazione del suolo pubblico condotte omissive che hanno di fatto favorito economicamente soggetti riconducibili a COSA NOSTRA a scapito delle finanze comunali. Privilegi goduti da soggetti privati cui l’ente concede la possibilità di occupare suolo pubblico sottratto alla fruizioni pubblica

Inoltre la relazione informa le Autorità Giudiziarie il Governo ed i Cittadini di Isola delle Femmine della :

“Presenza di forme di condizionamento da parte della criminalità organizzata mafiosa, tali da determinare un’alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi e di quelli amministrativi e di compromettere il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione comunale di isola delle femmine ed anche il regolare funzionamento dei servizi ad essa affidati”


Se questa è la “lista della spesa” che il governo ha consegnato alla Comissione Straordinaria che ha governato il Comune di Isola delle Femmine per 18 MESI c’è da chiedersi qual è lo stato dell’arte dei provvedimenti  delle decisioni degli atti prodotti da questa Commissione?

Si chiede ulteriori sei MESI di governo in base a quali RISULTATI ottenuti ?


Ricordiamo alla Commissione al Governo alle Autorità tutte che nella prossima primavera si dovranno svolgere le lezioni amministrative . Quali garanzie avranno I cittadini di partecipare ad una LIBERA elezione?


Riuscirà la GIUSTIZIA a liberare il pacchetto di circa 400/500 voti controllati dai prestanomi dei beni di proprietà dei mafiosi? 

2013 17 GIUGNO SENTENZA 132 2013 IL PROFESSORE GASPARE PORTOBELLO IL GEOLOGO MARCELLO CUTINO IL DOTTORE RISO NAPOLEONE IL Signor PALazzotto & Company sono per la giustizia incandidabili


No comments: