Il bando e gli incentivi del Comune

E allora, si apprende dal bando, i requisiti «per accedere agli incentivi sono: residenza nel Comune a partire dal 1 gennaio scorso e fino a fine anno; contratto di proprietà o di locazione; reddito superiore a 7.500 euro e provenienza da un paese con popolazione non inferiore a 2.000 abitanti, al fine di salvaguardare gli altri piccoli borghi». I contributi che il Comune ha previsto di erogare ai futuri residenti, invece, vanno dagli 800 euro per un nucleo monofamiliare ai 2.000 euro per famiglie di 4 o più persone. E non è ancora tutto: altri possibili incentivi economici per i nuovi abitanti del borgo riguarderanno, infatti, possibili sgravi sulla bolletta dell’energia elettrica, sulla tassa d’iscrizione agli asili, sulla mensa scolastica e la tassa sui rifiuti.