CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Thursday, October 20, 2016

2016 Isola, differenziata boom: un milione di tasse in meno

Isola, differenziata boom: un milione di tasse in meno

I RESIDENTI E I RISTORATORI DEL PAESE OTTERRANNO UNA RIDUZIONE DELLA TARI. LA SEPARAZIONE DEI RIFIUTI HA RAGGIUNTO IL 42 PER CENTO

Un risparmio di oltre un milione che permetterà ai cittadini di ottenere una riduzione sulle tasse per i rifiuti. Succede a Isola delle Femmine grazie all'incremento della raccolta differenziata. «Siamo passati da una spesa di quasi due milioni e mezzo nel 2014 a una di meno di un milione e mezzo per il 2015 — dice l'architetto Enrico Minafra del Comune — Fino a due anni fa il servizio era gestito dall'Ato e quasi tutti i rifiuti venivano conferiti in discarica. Di conseguenza, dovevamo pagare per ogni tonnellata di rifiuti trasportata ». Ma con l'avvio della raccolta differenziata la situazione è cambiata, perché i camion che raggiugono la discarica viaggiano sempre più leggeri. «Molto materiale viene recuperato. Non finisce tra l'indifferenziato ma nelle apposite piattaforme — continua il sindaco di Isola, Stefano Bologna — Sono almeno 700 le tonnellate di rifiuti come vetro, carta e plastica che sono state lasciate negli impianti in cui verranno ritrattate. In questo modo abbiamo ottenuto il risparmio sul conferimento in discarica».
Il merito di questo grande risparmio, quindi, va innanzi tutto agli stessi cittadini di Isola che in poco meno di dodici mesi hanno permesso al Comune di raggiungere notevoli risultati, collaborando in maniera sempre più assidua con il servizio di raccolta differenziata.
Una grossa parte di rifiuti differenziati arriva nell'isola ecologica dagli esercizi commerciali, tra i primi ad attivarsi su iniziativa del Comune. E poi ci sono le tante attività realizzate dal Comune per incentivare la raccolta differenziata come la distribuzione periodica di sacchetti per separare i rifiuti, la creazione di un'isola ecologica aperta tutti i giorni, il ritiro dei sacchetti porta a porta e l'acquisto di una bilancia per pesare i rifiuti e premiare i cittadini più virtuosi. Per sanzionare chi abbandona sacchetti e ingombranti, invece, sono state installate telecamere di videosorveglianza e sono stati aumentati i controlli. «Tutto questo è possibile da quando gestiamo i rifiuti in maniera autonoma, dopo esserci distaccati dall'Ato — continuano Bologna e Minafra - E l'amministrazione comunale è anche riuscita a razionalizzare i costi del servizio, ottimizzando le risorse».
Come verrà reinvestito questo risparmio di un milione di euro? «Non si tratta di una cifra che entra nelle casse del Comune, ma di un milione di euro che resta lì, che non dovrà essere utilizzato per coprire le spese di gestione dei rifiuti. In questo modo la gente sarà meno tassata rispetto agli anni precedenti». La prossima riduzione della tassazione si aggiungerà alle agevolazioni già attive. Infatti in 18 mesi, cioè da quando il Comune ha iniziato a lavorare sulla differenziata, la Tari è scesa del 20 per cento per tutti i residenti. «Inoltre, vedendo un paese più pulito, molta gente ha ricominciato a pagare tutto e il fenomeno dell'evasione è quasi rientrato — continua il sindaco — Solo nel 2015 abbiamo incassato 400mila euro in più rispetto all'anno precedente, con una percentuale di aumento dell'ottanta per cento». Oggi la differenziata a Isola è al 42 per cento, con il picco del 65 per cento raggiunto a maggio.

No comments: