CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Thursday, December 25, 2008

Un Buon NATALE arriva dallo stabilimento della ITALCEMENTI di Isola delle Femmine a tutti i CITTADINI di Isola delle Femmine, Capaci,e DI Tutti i Comuni che si affacciano sul Golfo di Carini

Trovi altri video come questi su Isola Pulita




PET-COKE?
Virgilio Mappe



Non Conosciamo la composizione degli inquinanti contenuti nei "vapori" che anche oggi si stagliano in maniera cupo e minaccioso nel cielo di Isola delle Femmine, per adesso ci affidiamo nostro malgrado ai dati allarmanti comunicatoci dall'A.R.P.A.
Si sono i "vapori" emessi dalla Italcementi proprio quell'azienda che pensate un pò trova il coraggio di sponsorizzare la bellezzza naturale della Riserva marina Isola delle Femmine-Capo Gallo.
DALLE PAROLE AI FATTI :







E' una realtà, che ha iniziato a colpire nella salute tutti i cittadini di Isola delle Femmine oltre che di Capaci e dei Comuni che si affacciano sul Golfo di Carini, le cui conseguenze sanitarie le verificheremo purtroppo nei prossimi anni.
Qualora ci fosse bisogno di ricordarlo: nelle immediate vicinanze dello stabilimento Italcementi di Isola delle Femmine insistono civili abitazioni, scuola media, una palestra, un'asilo nido e una ferrovia ove si è iniziato a lavorare per il raddoppio della linea ferrata al fine di attivare un servizio di metropolitana tra Palermo e Punta Raisi.
Davanti ad una siffatta situazione di degrado ambientale che, se non fosse gravissima, potrebbe essere definita quasi comica, con personaggi di tutti i colori politici, di famiglie e di clan, che dicono il contrario di quello che per ruolo, per mandato e per logica dovrebbero dire, di fronte ad una ASSENZA TOTALE della classe “politica” di Isola delle Femmine tutta impegnata a stipulare accordi elettorali, promesse di future poltrone, assessorati, presidenze, vicepresidenze posti di lavoro e tutto ciò che può risultare contrattabile, in previsione delle elezioni amministrative della prossima primavera,
I Cittadini Tutti devono AGIRE, comprendere che l’agire non può assolutamente essere limitato al momento del voto.
Le amministrazioni avvicendatosi nel tempo a Isola delle Femmine, si son rese responsabili, di aver ignorato le normative, riguardanti la tutela ambientale e della salute, che avrebbero impedito la caotica e dissennata cementificazione del nostro paese.
Esaudire i favori personali, di casta e di famiglia, da un lato e dall’altro l’esigenza di far cassa, ha reso RESPONSABILI, TUTTI i personaggi che ancora OGGI hanno l’arroganza di CANDIDARSI alla prossima tornata elettorale, di aver VOLUTAMENTE ignorati i vincoli paesaggistici e ambientali imposti dalle norme comunitarie, nazionali e regionali, oltre che della logica e di ogni principio di buona amministrazione.
TUTTI i Sindaci, passati e -FUTURI- di Isola delle Femmine, in qualità di autorità sanitarie, non si sono fatti scrupolo di consentire insediamenti di civili abitazioni di attività sportive e scolastiche in prossimità di insediamenti industriali e artigianali di attività nocive di cui al D.M. 05.09.1994, tutto ciò in spregio alle norme vigenti e al principio di prevenzione e precauzione.
Stiamo parlando della lottizzazione Lo Bianco, della Calliope e……………….

Questi SIGNORI che a Isola delle Femmine, hanno imperato e si propongono di dover continuare ad imperare a Isola delle Femmine, per interessi prettamente speculativi, non hanno avuto la capacità e la volontà di impedire che si perpetrasse il “CONSUMO” indiscriminato del territorio.
Questi SIGNORI hanno VOLUTAMENTE OMESSO di promuovere e favorire lo sviluppo di tutta una serie di attività legate alla risorsa mare,i borghi marinari ed i luoghi di interesse paesaggistico e culturale,lo sviluppo del turismo.

I Cittadini Tutti devono AGIRE, comprendere che l’agire non può assolutamente essere limitato al momento del voto, ma soprattutto che l’AGIRE ormai non più procrastinabile nel tempo richiede l’esigenza di guardare con una maggiore attenzione ai segnali e alle iniziative spontanee che partendo dal basso reclamano richieste di partecipazione di tutela e di diritti per le proprie scelte di vita economica sociale di ambiente e di salute.
IL Comitato Cittadino Isola Pulita, riafferma la propria volontà e determinazione di contribuire all’ampliamento e al consolidamento di ciò che di positivo, si muove ed avanza nel nostro TERRITORIO.
Lo facciamo con il sito, e lo facciamo con iniziative che da esso, e dalla collaborazione con altri, nascono.
L’intento di razionalizzare e valorizzare le caratteristiche, i tratti storici e culturali propri del nostro territorio ( pensiamo per esempio: all’intero territorio del Golfo di Carini) devi indurci ad una visione INTERCOMUNALE della nostra azione.




Il giorno 18 luglio c.a. il servizio 2 V.I.A/V.A.S. della Regione Sicilia a firma del suo dirigente Ing Vincenzo Sansone è stato emesso decreto 693 corcenente l’Autorizzazione Integrata Ambientale alla ditta Italcementi di Isola delle Femmine.



Mentre tutti guardano la montagna (di Bellolampo), non ci si accorge di quello che già esiste a Isola delle Femmine e Capaci.



A.I.A. "provvisoria" (???), 6 anni, per il cementificio Italcementi di Isola delle Femmine che consente la combustione di pet coke ed altro:



Portata giornaliera dei fumi = 10.423.200 m3 (un pò più dell'inceneritore di Bellolampo)



Se vengono rispettati i limiti dell'autorizzazione, secondo i flussi di massa abbiamo:



Diossine emesse = 1.042.320.000 pg/giorno

equivalente alla dose di "tollerabilità" giornaliera (140 pg, secondo l'OMS) di 7.445.142 persone,

ovvero una "razione" (si tratta sempre di un calcolo teorico) di 65145 pg/uomo e cioè 465 volte la dose di 140 pg (calcolo riferito a 16000 abitanti, cioè Isola + Capaci)



Diossine in ricaduta al suolo: per rispettare il limite di 3.4 pg/m2 (legislazione Belga) è necessaria una superficie di 306.6 Km2

Superfice Isola delle Femmine km2 3,54

Superfice Capaci km2 6,12



Vanadio: 1.17 Kg/giorno; Nichel: 292 gr/giorno; Mercurio: 348 gr/giorno;



Altri metalli: 3.48 Kg/giorno



Idrocarburi Policiclici Aromatici: 128 gr/giorno



Lascio a voi il calcolo mensile ed annuale.



Altri parametri (calcolati già da prima dall'ARPA nel 2006):



Polveri (totali, non PM10):
686 Kg/giorno



S02: 5343 Kg/giorno



N02: 16023 Kg/giorno



L'ARPA sottolinea che bisogna tenere in conto anche le notevoli quantità di emissioni pulverulenti diffuse (cioè non da punti fissi), generate dalla movimentazione dei materiali.



Quando ci si basa solo sulle concentrazioni degli inquinanti e non si tiene conto nè della dislocazione di questi grandi impianti (vedi vicinanza con i centri abitati), nè, soprattutto, con le quantità emesse dei composti a lunga persistenza ambientale e bioaccumulabili, questi sono i risultati.

"Ovviamente" i controlli per i composti più pericolosi sono previsti...annuali.

Ognuno tragga le proprie considerazioni!
Tutto ciò anche alla luce di quanto comunicato dall'ARPA nella nota 9973911 del 9 ottobre scorso avente ad oggetto i rapporti di prova del campione di pet-coke prelevato il 19-8-08 e del campione di polvere prelevato il 25-8-08 in alcune civili abitazioni di Isola delle Femmine, in cui si rileva la presenza di vanadio, cromo e nichel in quantità eccessive, e quindi nocive per la salute umana e per l’ambiente circostante. La stessa nota suggerisce di effettuare delle verifiche e delle azioni di monitoraggio. Le analisi parlano di numeri che qualora risultassero veritieri significherebbe trovarsi di fronte ad una situazione “emergenziale” sotto il profilo igienico-sanitario.


ARCHIVIAZIONE procedimento per art 340, 479, 595, c.p. e art 13 legge 47 del 1948
http://isolapulita.blogspot.com/2009/01/con-ordinanza-del-16122008-il-gip-del.html
MESSAGGIO FINE ANNO PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO
http://la-rinascita-a-isola-delle-femmine.blogspot.com/2008/12/messaggio-di-fine-anno-del-presidente.html#links
ITALCEMENTI NUOVA ALLARMANTE FUMATA
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/httpwww.html#links
Dalla Italcementi di Isola delle Femmine ci giungono gli auguri di Buon Natale
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/un-buon-natale-ci-arriva-dallo.html#links
0) Oggi in diretta da Palermo IO SONO SAVIANO da Palermo Napoli Milano Roma Cagliari Messina 20 dicembre la diretta
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/io-sono-saviano-da-palermo-napoli.html#links
1)L'AFFAIR DELLA CALLIOPE: Ex Amministratori locali coinvolti in una storia di appartamenti?
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/blog-post_12.html
2)Delocalizzare le AZIENDE INSALUBRI Funzioni del Sindaco
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/la-bertolino-chiede-la-delocalizzazione.html
3)Amianto a Isola delle Femmine! Che fare? di Fabio Solina
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/amianto-isola-delle-femmine-che-fare.html
4)ITALCEMENTI Monselice Nuova ALLARMANTE fumata da....
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/monselice-nuova-allarmante-fumata-da.html
5)Risposta del Ministro Prestigiacomo all'interrogazione dell'on Siragusa
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/l-ha-approvato-la-riforma-dei-dip.html
6) La storia di una ranocchia
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/11/blog-post_21.html
7)La scomparsa dei Maiorana: gli imprenditori di Palermo rintracciati in Spagna
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/avvistati-in-spagna-i-maiorana.html
8)Italcementi, proclamato lo stato d'agitazione
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/italcementi-proclamato-lo-stato.html#links
9) Neoplasie infantili in aumento
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/aumento-delle-neoplasie-infantili.html
10) Amministratori accusati di tentata concussione sul caso Oikothen
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/amministratori-accusati-di-tentata.html
11) NO AL PET-COKE SI ALLA RICONVERSIONE
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/no-al-pet-coke-si-alla-riconversione.html
12) CROMO ESAVALENTE 6692 mg/kg A ISOLA DELLE FEMMINE e il SINDACO NICCHIA
http://isolapulita.blogspot.com/2008/11/cementifici-petcoke-rifiuti-diossine.html#links
13) Statistica Malattie e Forme Tumorali manifestatesi negli ultimi 25 anni a Isola delle Femmine
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/statistica-malattie-e-forme-tumorali.html
14) IL DIRITTO ALLA MIGLIOR CURA DISPONIBILE
http://isoladellefemminelibera.blogspot.com/2008/12/il-diritto-alla-miglior-cura.html
15) LE ACQUE D'ORO DI ISOLA DELLE FEMMINE Il controllo controlla il controllore?
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/08/blog-post.html
16)Autocertificazione per la richiesta del Bonus famiglia
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/autocertificazione-per-la-richiesta-del.html
17) Morti sospette per rifiuti tossici alla facolta' di farmacia di Catania
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/catania-silenzio-di-tomba-sul.html
18) Lottizzazione Lo Bianco
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2009/01/lottizzazione-lo-bianco.html

Wednesday, December 24, 2008

Petrolio lucano, il pm: parlavano in codice di vino e mozzarelle Tangenti, arrestato ad di Total Italia Chiesti i domiciliari per deputato Pd

Petrolio lucano, il pm: parlavano in codice di vino e mozzarelle


Emergono dettagli sullo scandalo delle presunte tangenti per gli appalti petroliferi. Stando alle intercettazioni, nel 2007 l'imprenditore Francesco Rocco Ferrara (che già era tenuto d'occhio nell’ambito dell'inchiesta del pm Woodcock) disse alla moglie di preparargli 150 “litri di vino”. Poi, fermato per controlli all'aeroporto di Bari, gli agenti gli trovarono in borsa 150 mila euro


POTENZA - ''Stamattina polizia e finanza mi aspettavano e mi hanno perquisito e trovato 150 mila euro nella borsa e fatto un verbale, con grande difficoltà ho evitato il sequestro”: un sms dell’imprenditore Francesco Rocco Ferrara, controllato nel novembre 2007 all’aeroporto di Bari mentre è in partenza per Roma, per un appuntamento “con un influente esponente” del Ministero dell’Ambiente. 

Tutto comincia il 7 novembre 2007. Ferrara – coinvolto nell’inchiesta sugli “affari” legati al petrolio estratto in Basilicata – dice alla moglie di preparargli 150 “litri di vino”. Gli investigatori avvertono la polizia di frontiera dell’aeroporto di Bari e quando l’imprenditore si presenta all’imbarco del primo volo del mattino per Roma gli controllano la borsa e gli trovano i soldi. Ferrara è subito assalito dal timore che il controllo non sia casuale: il rilevatore di metalli non ha lanciato allarmi ma gli agenti vogliono controllare la borsa, leggono le carte, l’imprenditore protesta e viene portato in ufficio. Riesce ad evitare il sequestro dei soldi ma è convinto ormai “di essere seguito: ci sono due che me li porto da Bari”. 

IL PM: MARGIOTTA PUNTO DI CONTATTO TRA TOTAL E IMPRESE
Il deputato lucano del Pd Salvatore Margiotta sarebbe stato il punto di contatto tra la Total Italia e le imprese interessate ai lavori del giacimento «Tempa Rossa». Secondo i magistrati, Margiotta sarebbe intervenuto sistematicamente facendo pressioni nell’interesse degli imprenditori della cordata guidata da Rocco Francesco Ferrara, sfruttando l’influenza derivata dalla sua posizione. L’azione del parlamentare sarebbe tornata utile per superare i momenti di difficoltà e di fibrillazione sulle procedure inerenti gli appalti della Total, quest’ultima nel ruolo di concessionario pubblico. 

Le indagini avrebbero accertato la «manipolazione» di tre appalti relativi alla realizzazione del Centro Olii aggiudicato a Lati Impresa Ferrara, a maggio 2008. Sarebbe stata alterata la documentazione, in particolare i relativi verbali, per aggiudicare l’appalto. Per arrivare all’aggiudicazione degli appalti, la moglie di Ferrara, Marcella Camossi, era depositaria di denaro contante (in nero) destinato a pubblici ufficiali, amministratori e politici. Ma attorno all’appalto della Total non c'era solo denaro contante, ma anche interessi economici, come la mensa per gli operai, affidata alla Tur.Mat Srl società di fatto gestita dall’intermediario Giovanni Tornetta. Ferrara avrebbe scelto proprio la Tur.Mat per il servizio nel suo cantiere, oltre ad acquistare per un importo di 120 mila euro, versati a novembre scorso, quote della stessa società. In questo contesto Margiotta avrebbe esercitato il suo potere e l’influenza, in qualità di parlamentare e leader del Partito Democratico di Potenza in cambio della promessa da parte di Francesco Ferrara e di Antonio Bulfaro di una tangente pari a 200 mila euro. 

PETROLIO & MOZZARELLE
POTENZA - Un ''tesoretto'' in contanti pari ad oltre un milione di euro, fondi neri da utilizzare per gli “incontri d’affari”, soldi chiamati, in gergo, “mozzarelle” o “litri di vino”: lo custodiva in casa l’imprenditore Francesco Rocco Ferrara, da ieri in carcere nell’ambito dell’inchiesta sul “comitato di affari” che operava in Basilicata in relazione alle estrazioni di petrolio. La somma ammonta “in totale” – come scrive a Ferrara la moglie, Marcella Camossi, in un sms – a “961.500 più 100 mila”. La donna è considerata “cassiera e custode dei fondi neri, peraltro assolutamente consapevole della provenienza e della destinazione” dei soldi. I fondi neri sono costituiti e alimentati “con false fatturazioni sui conti riferibili alla galassia di società facenti capo a Ferrara”. Un giorno, quando la Guardia di Finanza sta per arrivare per un controllo, Ferrara ordina alla moglie di “affidare 'le mozzarellè” ad un parente. In un’altra occasione, l’imprenditore spiega alla moglie che gli servono “150 litri di vino, in previsione di un ulteriore, tortuoso viaggio d’affari”. 

SPUNTA UN MISTERIOSO "LIBRO PAGA"
POTENZA - Esiste un ''segretissimo supporto informatico” che rappresenta il “libro paga” in cui l'imprenditore lucano Francesco Rocco Ferrara – coinvolto nell’inchiesta sugli “affari” legati alle operazioni di Total per lo sfruttamento del petrolio in Basilicata – ha fatto riferimento anche a nomi di alcuni “pubblici ufficiali”. Gli investigatori hanno raggiunto la convinzione che “Ferrara eroghi sistematicamente tangenti per assicurare alle imprese del suo gruppo i favori e le agevolazioni di cui, di volta in volta, egli ha bisogno: aggiudicazioni riferite a gare di appalto, informazioni riservate, decisioni favorevoli, astensioni da controlli, pressioni di politici”. Il “dischetto” con i nomi dei pubblici ufficiali sarebbe costodito “gelosamente” dall’imprenditore, “come una sorta di 'assicurazionè”. In un’intercettazione ambientale, nell’automobile di Ferrara, questi spiega “le regole di comportazione che deve adottare l’imprenditore che vuole 'stare nel girò, evidentemente improntate al rispetto di un mutuo patto di omertosa complicità cementata dalla convinzione che così fan tutti e tanto vale adeguarsi”. 

INCOMINCIATI INTERROGATORI DI GARANZIA 
POTENZA - Sono incominciati, nel Palazzo di giustizia di Potenza, gli interrogatori di garanzia delle persone arrestate nell’ambito dell’inchiesta del pm del capoluogo lucano, Henry John Woodcock, sul “comitato di affari” che sarebbe stato costituito per approfittare delle estrazioni di petrolio in programma in Basilicata da parte della Total. Il gip ha emesso sei ordinanze di custodia cautelare in carcere, tre agli arresti domiciliari (la quarta è quella per il deputato del Pd, Salvatore Margiotta, sulla quale deve pronunciarsi la Camera) e cinque misure di obbligo di dimora. Oggi sono in programma gli interrogatori del sindaco di Gorgoglione (Matera), Ignazio Giovanni Tornetta, e di Roberto Pasi e Roberto Francini, il primo responsabile dell’ufficio di Potenza della Total, l’altro collaboratore del responsabile del progetto “Tempa Rossa” (dove Total vuole costruire un centro oli). Secondo quanto si è appreso davanti al Palazzo di giustizia (i giornalisti sono tenuti all’esterno dell’edificio), gli interrogatori dei principali indagati – l'amministratore delegato di Total Italia, Lionel Levha, e l’imprenditore Francesco Rocco Ferrara – si svolgeranno domani.


http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/basilicata/87208/Petrolio-lucano--il-pm-.html


Tangenti, arrestato ad di Total Italia Chiesti i domiciliari per deputato Pd  

Per il parlamentare Margiotta la misura deve essere autorizzata dalla Camera
La reazione del politico: "Stupore e amarezza enormi. Mi autosospendo dal partito"


16 DICEMBRE 2008

Tangenti, arrestato ad di Total Italia Chiesti i domiciliari per deputato Pd
Il deputato Pd Salvatore Margiotta
ROMA - L'amministratore delegato di Total Italia, Lionel Levha, è stato arrestato oggi nell'ambito di un'inchiesta della procura di Potenza per tangenti sugli appalti per l'estrazione del petrolio in Basilicata. Nella questione è coinvolto anche il deputato del Partito democratico Salvatore Margiotta, per il quale sono stati disposti gli arresti domiciliari. Una misura che, però, potrà essere eseguita solo se la Camera dei deputati darà l'autorizzazione, che è stata richiesta stamattina dai magistrati. 

Il pm Henry John Woodcock ha chiesto le misure cautelari, disposte dal gip di Potenza Rocco Pavese. Si parla di un patto da 15 milioni di euro tra i dirigenti della Total, società titolare della concessione petrolifera in Basilicata, e gli imprenditori interessati agli appalti per le estrazioni. E di duecentomila euro sarebbe la somma promessa all'onorevole Margiotta da Francesco Ferrara, uno degli imprenditori coinvolti nell'inchiesta. 

Secondo l'accusa, Margiotta avrebbe fatto valere il suo potere e la sua influenza per favorire negli appalti la cordata capeggiata da Ferrara e fare pressioni sui dirigenti della Total. 

"Lo stupore e l'amarezza sono enormi; più grande è la certezza di non avere commesso alcun reato". Sono queste le parole di Margiotta poco dopo aver appreso della richiesta di autorizzazione all'esecuzione di arresti domiciliari. "La verità non potrà che emergere, spero prestissimo", ha aggiunto il deputato, che nel frattempo ha deciso di autosospendersi da tutti gli incarichi di partito a livello nazionale e regionale. "Non voglio che in alcun modo il Pd, partito in cui milito e che amo, sia coinvolto in questa vicenda", ha spiegato.

La custodia in carcere riguarda, oltre all'ad di Total Levha, anche Jean Paul Juguet, responsabile Total del progetto "Tempa Rossa" (così si chiama uno tra i più grandi giacimenti petroliferi della Basilicata), attualmente all'estero; Roberto Pasi, responsabile dell'ufficio di rappresentanza lucano della Total e un suo collaboratore, Roberto Francini. Detenzione in carcere anche per Ferrara e per il sindaco di Gorgoglione (Matera), Ignazio Tornetta, che secondo l'accusa avrebbe ricevuto denaro in contanti e doni, anche "preziosi". Arresti domiciliari, oltre che per Margiotta, anche per altre tre persone. Obbligo di dimora per altri cinque indagati. 

I reati contestati, diversi da persona a persona, sono: associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d'asta, corruzione e concussione. Il giudice ha inoltre disposto varie perquisizioni e il sequestro di numerose società.

ANTOVENETA, AUGUSTA, AXA, BASILICATA, CALTAGIRONE, CORLETO PERTICARA, eni, FRERE ALBERT, IDROCARBURI, JACOROSSI, MUSSARI, PARIBAS, POTENZA, TEMPA ROSSA, TOTAL, Woodcock, 



Buon Natale.
La felicità consiste nel percorrere la propria strada con TANTISSIME persone con cui condividere obiettivi di interesse collettivo e non personale

ITALCEMENTI NUOVA ALLARMANTE FUMATA
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/httpwww.html#links
Dalla Italcementi di Isola delle Femmine ci giungono gli auguri di Buon Natale
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/un-buon-natale-ci-arriva-dallo.html#links
0) Oggi in diretta da Palermo IO SONO SAVIANO da Palermo Napoli Milano Roma Cagliari Messina 20 dicembre la diretta
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/io-sono-saviano-da-palermo-napoli.html#links
1)L'AFFAIR DELLA CALLIOPE: Ex Amministratori locali coinvolti in una storia di appartamenti?
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/blog-post_12.html
2)Delocalizzare le AZIENDE INSALUBRI Funzioni del Sindaco
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/la-bertolino-chiede-la-delocalizzazione.html
3)Amianto a Isola delle Femmine! Che fare? di Fabio Solina
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/amianto-isola-delle-femmine-che-fare.html
4)ITALCEMENTI Monselice Nuova ALLARMANTE fumata da....
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/monselice-nuova-allarmante-fumata-da.html
5)Risposta del Ministro Prestigiacomo all'interrogazione dell'on Siragusa
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/l-ha-approvato-la-riforma-dei-dip.html
6) La storia di una ranocchia
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/11/blog-post_21.html
7)La scomparsa dei Maiorana: gli imprenditori di Palermo rintracciati in Spagna
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/avvistati-in-spagna-i-maiorana.html
8)Italcementi, proclamato lo stato d'agitazione
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/italcementi-proclamato-lo-stato.html#links
9) Neoplasie infantili in aumento
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/aumento-delle-neoplasie-infantili.html
10) Amministratori accusati di tentata concussione sul caso Oikothen
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/amministratori-accusati-di-tentata.html
11) NO AL PET-COKE SI ALLA RICONVERSIONE
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/no-al-pet-coke-si-alla-riconversione.html
12) CROMO ESAVALENTE 6692 mg/kg A ISOLA DELLE FEMMINE e il SINDACO NICCHIA
http://isolapulita.blogspot.com/2008/11/cementifici-petcoke-rifiuti-diossine.html#links
13) Statistica Malattie e Forme Tumorali manifestatesi negli ultimi 25 anni a Isola delle Femmine
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/statistica-malattie-e-forme-tumorali.html
14) IL DIRITTO ALLA MIGLIOR CURA DISPONIBILE
http://isoladellefemminelibera.blogspot.com/2008/12/il-diritto-alla-miglior-cura.html
15) LE ACQUE D'ORO DI ISOLA DELLE FEMMINE Il controllo controlla il controllore?
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/08/blog-post.html
16)Autocertificazione per la richiesta del Bonus famiglia
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/autocertificazione-per-la-richiesta-del.html

Friday, December 19, 2008

Processo "Occidente" (ALTADONNA LORENZO ed altri)


Processo "Occidente" (ALTADONNA LORENZO ed altri) 



  • Riproduci nel player

    Antonino Nuccio

    Altri eventi con oratore Antonino Nuccio
    imputato di reato connesso
    10:292' 18"





  • Riproduci nel player

    Antonino De Luca

    Altri eventi con oratore Antonino De Luca
    imputato

    Antonino Nuccio

    Altri eventi con oratore Antonino Nuccio
    imputato di reato connesso
    10:317' 54"





  • Francesco Franzese

    Altri eventi con oratore Francesco Franzese
    collaboratore di giustizia

    Raimondo Loforti

    Altri eventi con oratore Raimondo Loforti
    presidente
    12:012' 5"




http://www.radioradicale.it/scheda/282778/processo-occidente-altadonna-ed-altri 

Thursday, December 04, 2008

0) Oggi in diretta da Palermo IO SONO SAVIANO da Palermo Napoli Milano Roma Cagliari Messina 20 dicembre la diretta
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/io-sono-saviano-da-palermo-napoli.html#links
1)L'AFFAIR DELLA CALLIOPE: Ex Amministratori locali coinvolti in una storia di appartamenti?
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/blog-post_12.html
2)Delocalizzare le AZIENDE INSALUBRI Funzioni del Sindaco
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/la-bertolino-chiede-la-delocalizzazione.html
3)Amianto a Isola delle Femmine! Che fare? di Fabio Solina
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/amianto-isola-delle-femmine-che-fare.html
4)ITALCEMENTI Monselice Nuova ALLARMANTE fumata da....
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/monselice-nuova-allarmante-fumata-da.html
5)Risposta del Ministro Prestigiacomo all'interrogazione dell'on Siragusa
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/l-ha-approvato-la-riforma-dei-dip.html
6) La storia di una ranocchia
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/11/blog-post_21.html
7)La scomparsa dei Maiorana: gli imprenditori di Palermo rintracciati in Spagna
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/avvistati-in-spagna-i-maiorana.html
8)Italcementi, proclamato lo stato d'agitazione
http://isolapulita.blogspot.com/2008/12/italcementi-proclamato-lo-stato.html#links
9) Neoplasie infantili in aumento
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/aumento-delle-neoplasie-infantili.html
10) Amministratori accusati di tentata concussione sul caso Oikothen
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/amministratori-accusati-di-tentata.html
11) NO AL PET-COKE SI ALLA RICONVERSIONE
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/no-al-pet-coke-si-alla-riconversione.html
12) CROMO ESAVALENTE 6692 mg/kg A ISOLA DELLE FEMMINE e il SINDACO NICCHIA
http://isolapulita.blogspot.com/2008/11/cementifici-petcoke-rifiuti-diossine.html#links
13) Statistica Malattie e Forme Tumorali manifestatesi negli ultimi 25 anni a Isola delle Femmine
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com/2008/12/statistica-malattie-e-forme-tumorali.html
14) IL DIRITTO ALLA MIGLIOR CURA DISPONIBILE
http://isoladellefemminelibera.blogspot.com/2008/12/il-diritto-alla-miglior-cura.html



Italcementi Calcestruzzi Mafia Pubblica Amministrazione
Caricato da isolapulita

Riceviamo e pubblichiamo
Da Redazione Mercoledì 3 dicembre 2008 18:14
L’assemblea dei lavoratori dell'Italcementi ha proclamato lo stato di agitazione, con la sospensione delle prestazioni supplementari e straordinarie e ha dato mandato alla Camera del Lavoro e alla Fillea di richiedere alla Associazione degli Industriali di Roma di convocare urgentemente le parti (Sindacati, Comune e Azienda) per entrare nel merito dei percorsi atti a garantire il personale, non escludendo altre azioni e interventi. Leggi la nota. Nell'assemblea dei lavoratori dell'Italcementi di Civitavecchia, tenutasi lunedì 1 dicembre, si è esaminata la situazione circa la dismissione imminente delle attività e dello stabilimento, rimarcando la superficialità con cui da parte dell'azienda e anche della Amministrazione Comunale si è affrontata la vicenda e la sorte dei 27 lavoratori ancora in organico.
Infatti a fronte della richiesta d'incontro avanzata, congiuntamente dalla Camera del Lavoro Territoriale e dalla categoria, l' 8 ottobre, ai solleciti del 28 ottobre e 10 novembre nessuna risposta è giunta, e oggi si è capito il perché di tanto silenzio.
Come poteva l'Amministrazione convocare il Sindacato, la RSU , mentre erano in corso serrati contatti e trattative con l'Azienda, per stilare l'accordo per il recesso del comune di Civitavecchia dal protocollo d'intesa del 2004 e immediatamente recepito con la delibera di Giunta n. 366 del 27 novembre scorso.
Anche Giano sarebbe sicuramente impallidito, a fronte di tanto.
L'assemblea, ha rilevato la gravità della situazione, derivante dalla scarsa attenzione posta verso di essa e ancora di più aggravata dall'accordo raggiunto per il recesso, che al punto 5 che recita: ""....Tenuto conto dell'interesse pubblico e sociale che ciò riveste per la città, ( ndr. Piano di riqualificazione urbanistica , di iniziativa privata o pubblica; vedi p.4 accordo) Italcementi spa si impegna, tramite il soggetto acquirente, alla salvaguardia della continuità occupazionale degli attuali addetti allo stabilimento e conferma la disponibilità a salvaguardare le esigenze abitative degli occupanti aventi titolo ( titolari dei contratti in essere) ""....." con soluzioni alternative, da concordare tra L'Amm/ne Comunale ed il nuovo soggetto acquirente ..."".
A fronte di una tale situazione in cui tutto è rimandato "all'impegno verso il nuovo soggetto acquirente", come Organizzazione sindacale e lavoratori riteniamo, invece, che risposte certe e i destini di 27 famiglie, oltre che degli abitanti le case di proprietà, debbano essere meglio definiti e specificati, anche e soprattutto perché una Azienda che chiude non può non farsi carico di discutere con il sindacato i percorsi per i lavoratori.
Al termine dell'Assemblea si sono pertanto assunte iniziative atte a far si che ognuno si faccia carico delle proprie responsabilità, decidendo da subito lo stato di agitazione, con la sospensione delle prestazioni supplementari e straordinarie, di dare mandato alla CdLT e alla FILLEA di richiedere alla Associazione degli Industriali di Roma di convocare urgentemente le parti, O.S., Amm/ne, Azienda, per entrare nel merito dei percorsi atti a garantire il personale, non escludendo altre azioni e interventi.
Il Segretario Generale CdLT CGIL Il Segretario Generale FILLEA CGIL
Franco Boriello Vincenzo Cariddi

http://www.trcgiornale.it/news/content/view/26498/1/
http://nuovaisoladellefemmine.blogspot.com