CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Thursday, August 09, 2007

GOLETTA VERDE A ISOLA DELLE FEMMINE DIBATTITO SU AMBIENTE ALLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VIA PALERMO 8 agosto



Goletta Verde di Legambiente nel  suo viaggio per i mari italiani ieri è approdata a  Isola delle Femmine. Completata anche l’assegnazione delle bandiere azzurre una delle quali è andata anche a Modica. La campagna di monitoraggio delle acque di balneazione realizzata con la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Per l'occasione Legambiente Le associazioni Ambientaliste il Comitato Cittadino si sono incontrate  alla biblioteca Comunale in presenza del Sindaco Portobello.

Parlando di mare di acque di aria non si poteva non affrontare la vicenda Italcementi. Il   Dipartimento Ambiente della Regione ha diffidato  la Italcementi, con la nota n°48283 del 25 luglio 2006. L'Assessorato Territorio e Ambiente, nel provvedimento di diffida, dichiara in modo univoco che “sono stati ripetutamente violati i dettami della normativa vigente e le prescrizioni del decreto assessoriale di autorizzazione” (per quanto concerne l’utilizzo del petcoke al posto del carbone), diffidando “l’Italcementi dal continuare ad utilizzare il petcoke come combustibile, nonché a continuare ogni attività che dia luogo alla produzione di emissioni diffuse di tale composto in assenza della necessaria autorizzazione ai sensi del D. Lgs. n. 152 /2006”, evidenziando inoltre che “ogni ulteriore violazione delle prescrizioni contenute nel presente provvedimento comporterà necessariamente la sospensione delle autorizzazioni concesse” 
Gli interventi, del Comitato Isola Pulita hanno sottolineato la necessità affinchè venga intrapresa un'azione volta alla messa in sicurezza degli impianti e delle operazioni del cementificio, con preventivo accertamento dei danni causati dalle emissioni della Italcementi ai cittadini e all’ambiente

Parecchi sono stati gli interventi che hanno riguardato lo stato di salute delle acque balneabili. è stato denunciato lo stato di pericolo derivante dalla selvaggia cementificazione della costa.

Parlando della cementificazione selvaggia del territorio, non si poteva non parlare di speculazione edilizia, a tal proposito sono state espresse preoccupazioni sulla presenza della criminalità a Isola delle Femmine e tutto il comprensorio, la notizia di qualche giorno fa della cattura del boss latitante Franzese da parte dagli uomini della Catturandi in una villetta della nostra periferia, la sparizione dei Maiorana padre e figlio del 3 agosto. E a distanza di oltre 27 anni rimane ancora insoluto,  l'efferato omicidio avvenuto a pochissimi metri dalla biblioteca dell'imprenditore edile Enea Vincenzo, i cui figli dopo minacce ed intimidazioni, da parte delle famiglie mafiose sono stati costretti ad emigrare negli USA. 
Pino Ciampolillo prosegue il suo intervento denunciando il SILENZIO e L'OMERTA': "Ciò che sembra ancor più grave e preoccupante è stato e continua ad essere, a distanza dei tanti anni passati, il clima di omertà e silenzio che si è diffuso attorno a questo omicidio. Non uno, anche tra quelli che si consideravano amici.
Non un amministratore, eppure era uno di loro si il Sindaco sa perfettamente che Vincenzo Enea era un rappresentante delle istituzioni, un CONSIGLIERE COMUNALE. "

Il "dibattito" si è molto vivacizzato in particolare da parte del Sindaco che ha affermato essere del tutto fuori luogo l'accusa di Isola delle Femmine come paese ad alta influenza mafiosa. Il Sindaco si è chiuso in un religioso silenzio per quanto riguarda la la vicenda  Italcementi e la sua azione inquinante e dannosa per la salute dei Cittadini di Isola delle Femmine. 

Insomma il tutto per il Sindaco è stata una ulteriore occasione per una passerella con tarallucci vino e fotografie 


Pino Ciampolillo

  

No comments: