CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Friday, August 17, 2007






leggi le nuove alla LIBERA edicola su.......Se vuoi puoi LIBERAMENTE commentare su....

Diceva bene Martin Luther King: " Io non ho paura della cattiveria dei malvagi, io ho paura del silenzio degli onesti".

°Al fine di evitare inutili ed interessate speculazioni che nulla hanno a che vedere con il quotidiano agire della politica, VOGLIAMO ringraziare pubblicamente tutti gli amici di “Isola Pulita” che collaborano con l’obiettivo di rendere questo spazio di informazione patrimonio di tutta la comunità Isolana.
Riconosciamo loro il merito il coraggio e l'umiltà dell'impegno in questo particolare momento per la vita politica amministrativa del Nostro Paese in SOFFERENZA di idee, di democrazia di confronto e di legalità.
Si è di fatto costituita una nuova compagine politica che al di là delle differenti posizioni politiche di ognuno trova il suo momento unificante nella difesa della libertà della democrazia nella libera espressione dell'individuo nell'azione di trasparenza dell'amministrazione nella libera partecipazione dei cittadini alla vita politica amministrativa del nostro paese, nell'efficienza e nell'efficacia della macchina amministrativa.
Le nostre parole d'ordine: LEGALITA' e TRASPARENZA nella Pubblica Amministrazione.
Il nostro obiettivo è favorire il dialogo ed il confronto nel rispetto delle altrui posizione.


* 22 novembre 2007
-GLI EFFETTI DANNOSI DEL VENTO PADANO
Vedi Il filmato...........
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/aggressione-allassessorato-territorio.html#links

AMBIENTE:RICERCA, A SIRACUSA 90% GENTE HA PAURA INQUINAMENTO
''Noi amministratori - dice Giuseppe Sorbello, sindaco di Melilli (SR) - abbiamo il dovere di capire quali sono le convinzioni dei cittadini, le loro paure e i loro disagi''
leggi la ricerca su................
http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/inquinamento/20071123141534512635.html





* 22 novembre 2007
-PROCEDURA PER L'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE
http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/2007/11/italcementi-autorizzazione-integrata.html

* 21 novembre 2007
-ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE SICILIA: AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE ITALCEMENTI CHI MANCA ALLA CONFERENZA DI SERVIZI?
-INTERROGAZIONE AL PARLAMENTO EUROPEO DI MONICA FRASSONI
-IN SICILIA SI RESPIRA ARIA DEL VENETO PADANO
Una vicenda oscura, in cui sono coinvolte soprattutto le persone che hanno gettato il fango su Gioacchino Genchi e Alessandro Pellerito, quelle che ne hanno deciso la rimozione arbitraria senza alcuno scrupolo.
Ciò che oggi si preannuncia, sembra uno scandalo in piena regola, tanto che a questo punto si chiede un immediato intervento dell'Assessore Interlandi sui responsabili
(il dirigente del Servizio 3, dott. Salvatore Anzà, ed il Dirigente Generale del Dipartimento Territorio e Ambiente, arch. Pietro Tolomeo)
dei gravi fatti che colpiscono in prima persona lei stessa, in quanto firmataria inconsapevole di ciò che sembrerebbe configurarsi una vera e propria truffa".
I ruoli si stanno invertendo e i " persecutori " rischiano di diventare i " perseguitati " e tutto lascia ben sperare che la "Interlandi" sia fermamente decisa a perseguire chi si trova implicato in questa oscura faccenda.

Vai alla VIDEOnotizia.........
http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/2007/11/italcementi-autorizzazione-integrata.html
http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/2007/11/italcementi-di-isola-delle-femmine-laia.html

* 20 novembre 2007
Ciao Graziano Ferrante
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/ciao-graziano-ferrante.html#links


*19 NOVEMBRE 2007 TESTO INTERROGAZIONE SODANO SU DEPOSITO PETCOKE A RAFFO ROSSO AREA "VERDE AGRICOLO" P.R.G. VIGENTE 2001 A ISOLA DELLE FEMMINE
leggi su.............
http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/2007/11/isola-delle-femmine-interrogazione.html

Isola delle Femmine 16.11.07
PRESIDENTE COMMISSIONE AMBIENTE E MINISTERO AMBIENTE RICHIEDONO INTERVENTO DEI N.O.E. PER CAVA RAFFO ROSSO
Leggi su……………………
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/blog-post_16.html#links
Isola delle Femmine 15.11.07 ATTO DI OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA
DI ARCHIVIAZIONE E RICHIESTA DI PROSECUZIONE DELLE INDAGINI PERE INQUINAMENTO ACUSTICO

Leggi su...........
http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/2007/11/inquinamento-acustico-alla-italcementi.html

Isola delle Femmine 15.11.07

*L’8 SETTEMBRE DI PONZIO PILATO
*ISOLA DELLE FEMMINE PRESIDIO DEI COMMERCIANTI E CITTADINI PER LA CHIUSURA DELLO SVINCOLO SENZA ALTERNATIVA

http://liberaisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/ponzio-pilato-e-il-suo-8-settembre.html


12 NOVEMBRE 2007
A differenza di quanto affermava Andreotti che "il potere logora chi non ce l'ha". Isola delle Femmine inverte il detto: "il potere logora chi ce l'ha".
Chiesto dal Gruppo consiliare Insieme Isola delle femmine la convocazione del consiglio Comunale con due punti all'ordine del giorno:
Revoca al Presidente del Consiglio Comunale
Revoca al Vicepresidente del Consiglio Comunale
Il vertice della presidenza del consiglio avrebbe ripetutamente violato le leggi e le norme statutarie mentre il Vice presidente del Consiglio marito della vicecomandante dei Vigili Urbani, avrebbe tenuto un grave comportamento in contrasto con le proprie funzioni.
In paese tutti i cittadini si chiedono: "Ma che avrà fatto mai?"
Intanto Ponzio Pilato accusa il gruppo insieme Isola delle Femmine di abuso di potere e per questo saranno perseguiti.

Leggi su…………
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/isola-delle-femmine-richiesta-revoca.html#links

http://liberaisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/isola-delle-femmine-il-gruppo-insieme.html
ARCH. TOLOMEO SERVIZIO 3 TUTELA DALL'INQUINAMENTO ATMOSFERICO DIPARTIMENTO ASSESSORATO TERRITORIO AMBIENTE REGIONE SICILIA DIFFIDA Ditta Italcementi S.p.a. di Isola delle Femmine Deposito di stoccaggio combustibile solido in C.da Raffo Rosso Violazione della normativa ambientale

leggi su......................
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/italcementi-isola-delle-femmine.html#links

*8 NOVEMBRE 2007 IL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA CHIEDE ALLE AUTORITA' TUTELLA PER IL RIPSETTO DELLE NORME E PROCEDURE IN MATERIA AMBIENTALI CHE SONO A TUTELLA DELLA SALUTE DEI CITTADINI DELL'AMBIENTE E DELLE BELLEZZE NATURALI DI ISOLA DELLE FEMMINE http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/il-comitato-cittadino-chiede-alla.html#links


GIARDINELLO L'ARRESTO DI LO PICCOLO A POCHI KILOMETRI DA ISOLA DELLE FEMMINE
leggi su.......
http://la-rinascita-a-isola-delle-femmine.blogspot.com/2007/11/larresto-di-lo-piccolo-e-il-suo-clan.html#links

*2 NOVEMBRE 2007

*ISOLA DELLE FEMMINE ARCHITETTO ALBERT DOPO AVER VINTO IL RICORSO CONTRO L'INGIUSTO LICENZIAMENTO OGGI E' STATO PROSCIOLTO DALL'ACCUSA DI CALUNNIA MOSSAGLI DALL'EX SINDACO STEFANO BOLOGNA
*DISPOSITIVO DELLA SENTENZA AVANTI ALLA IV SEZIONE CORTE DI APPELLO DI PALERMO 2 novembre 2007
STEFANO BOLOGNA/ARCH ALBERT GIOVANNI

Leggi su…………………….
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/blog-post.html#links


-27 OTTOBRE 2007
*PONZIO PILATO AL MURO DEL PIANTO
*LA DICHIARAZIONE AL CONSIGLIO COMUNALE COL QUALE IL CONSIGLIERE SALUTA PONZIO PILATO E L'INTERO CONSIGLIO COMUNALE DIMETTENDOSI DAL GRUPPO "iSOLA PER tUTTI" E DALLA CARICA DI CAPO GRUPPO
*RISULTATO SONDAGGIO “ISOLA PULITA” :ESPRIMI IL TUO GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA GIUNTA PORTOBELLO”

leggi su.........................
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/isola-delle-femmine-ponzio-pilato-al.html#links


24 OTTOBRE 2007 LE MEZZE BUGIE DELLA ITALCEMENTI SONO LE MEZZE VERITA' PER GLI OPERAI DELLA ITALCEMENTI:

"..se non ci autorizzate all'utilizzo del Pet-coke mettiamo in cassa integrazione....licenziamo..........chiudiamo....saremo costretti ad andare via...."


SODDISFAZIONE DEL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA CONTRO L’ARROGANZA DELLA ITALCEMENTI: RIENTRATI I LICENZIAMENTI E LE MINACCE DI CASSA INTEGRAZIONE. L’ASSESSORE INTERLANDI CONFERMA IL RISPETTO DELLE REGOLE E DELLE NORMATIVE SULLE AUTORIZZAZIONI AMBIENTALI.


http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/isola-delle-femmine-sconfitta.html#links


19 Ottobre
*Italcementi:Braccio Di Ferro Su Uso Pet-Coke Operai al Palazzo della Regione.
L’Assessore Interlandi:
"L'uso del pet-coke, come l'esperienza della centrale Eni di Gela sta a dimostrare - ribatte - produce conseguenze devastanti per l'ambiente e per la salute dei cittadini. Porre la questione è dunque il preciso dovere di un'amministrazione seria e responsabile e non, come sostiene l'Italcementi, una strumentalizzazione"
*i lavoratori per l’’utilizzo del pet-coke in sicilia
*Petcoke - Italcementi: sconvolgente scoperta dell’acqua calda!
*Interrogazione con risposta scritta Transito a Palermo di Camion con petcoke.

*Interrogazione a risposta scritta SODANO Presidente Commissione Ambiente Senato
Leggi su………………………………
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/isola-delle-femmine-italcementi_19.html#links



*18 OTTOBRE 2007.

-Il giorno dopo del rinvio della problematica delle autorizzazione alla conferenza di servizi dell'A.I.A. del 5 dicembre c.a.,la Direzione della ITALCEMENTI di Isola delle Femmine usa l'arma del ricatto e gli operai protestano per la difesa e la garanzia del posto di lavoro.
-Il comunicato del Senatore Sodano Presidente della Commissione Ambiente del Senato e l'appello alle istituzioni, le organizzazioni sindacali e azienda ad aprire un tavolo di concertazione ove venga illustrato e discusso il PIANO INDUSTRIALE DELLA ITALCEMENTI DI ISOLA DELLE FEMMINE

leggi il comunicato e le immagini della manifestazione degli operai su..........

http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/italcementi-di-isola-delle-femmine.html#links

*17 OTTOBRE 2007.

*RADDOPPIO FERROVIARIO PALERMO PUNTA RAISI INTERROGAZIONE PARLAMENTARE
*I GIOVANI DEL MOVIMENTO PER L'AUTONOMIA (M.P.A.): NO AL PET-COKE
http://www.giovanimpa.it/agenda.html
********************L'ARMATA BRANCALEONE********************

Agenzia ANTA:......... la chiusura con ordinanza sindacale delle fabbriche di sapone in tutto il comprensorio, non ha evitato l'abbandono di Ponzio Pilato da parte del Consigliere Cutino .........

10 Ottobre 2005
Dimissioni Stefano Bologna e seguente dimissioni di Crisci e Micali dal Gruppo "Isola per Tutti";

17 Ottobre 2007 Dimissioni Marcello Cutino dal Gruppo "Isola per Tutti" e dalla carica di Capo Gruppo che seguono le dimissioni di.............................., non possiamo più accettare che qualcuno possa pensare di lavarsene le mani e far compagnia a Ponzio Pilato.
Marcello Cutino non accetava più la politica (si fa per dire) ondivaga dell'esecutivo in materia ambientale.

ACCONTENTARE TUTTI PER NON SCONTENTARE NESSUNO.
-La conferenza di servizi indetta per oggi all'Assessorato Territorio Ambiente Servizio 3 avente ad oggetto "Richiesta di autorizzazione alle emissioni da parte della Italcementi", ha rimesso il proprio mandato in quanto non competente, la sua prosecuzione ne sarebbe risultata illegittima e prevaricatrice della procedura A.I.A. attualmente in corso.
vedi servizio teleoccidente su.........
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/italcementi-rinviata-alla-conferenza.html#links

http://www.ambientediritto.it/sentenze/2007/TAR/Tar_Sicilia_PA_
2007_n.1156.htm


DECRETO LEGISLATIVO 18 febbraio 2005, n. 59 - Attuazione integrale della direttiva 96/61/CE relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento. (pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 72/L alla Gazzetta Ufficiale italiana n. 93 del 22 aprile 2005)
Art. 17. Disposizioni transitorie
3. Nel caso in cui la relazione e il progetto di cui sopra siano stati gia' presentati alla data di entrata in vigore del presente decreto la loro valutazione e' effettuata nell'ambito del procedimento integrato.
Decreto legge 152 Parte quinta art 267 comma 3:
"Resta fermo, per gli impianti sottoposti ad autorizzazione integrata ambientale, quanto previsto dal decreto legislativo 18 febbraio 2005, n. 59; per tali impianti l'autorizzazione integrata ambientale sostituisce l'autorizzazione alle emissioni prevista dal presente titolo."
ART. 269
(autorizzazione alle emissioni in atmosfera)

1. Fatto salvo quanto stabilito dall'articolo 267, comma 3, dai commi 14 e 16 del presente articolo e dall'articolo 272, comma 5, per tutti gli impianti che producono emissioni deve essere richiesta una autorizzazione ai sensi della parte quinta del presente decreto.
3. Ai fini del rilascio dell'autorizzazione, l'autorità competente indice, entro trenta giorni dalla ricezione della richiesta, una conferenza di servizi ai sensi degli articoli 14 e seguenti della legge 7 agosto 1990, n. 241, nel corso della quale si procede anche, in via istruttoria, ad un contestuale esame degli interessi coinvolti in altri procedimenti amministrativi e, in particolare, nei procedimenti svolti dal comune ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, e del regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265. Eventuali integrazioni della domanda devono essere trasmesse all'autorità competente entro trenta giorni dalla richiesta; se l'autorità competente non si pronuncia in un termine pari a centoventi giorni o, in caso di integrazione della domanda di autorizzazione, pari a centocinquanta giorni dalla ricezione della domanda stessa, il gestore può, entro i successivi sessanta giorni, richiedere al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio di provvedere, notificando tale richiesta anche all'autorità competente. Il Ministro si esprime sulla richiesta, di concerto con i Ministri della salute e delle attività produttive, sentito il comune interessato, entro novanta giorni o, nei casi previsti dall'articolo 281, comma 1, entro centocinquanta giorni dalla ricezione della stessa; decorso tale termine, si applica l'articolo 2, comma 5, della legge 7 agosto 1990, n. 241.
http://www.ambientediritto.it/sentenze/2007/TAR/Tar_Sicilia_PA_
2007_n.1156.htm


*15 OTTOBRE ITALCEMENTI. STOP ad utilizzo petcoke in stabilimento Palermo: Il presidente della Commissione Ambiente di Palazzo Madama presenta interrogazione leggi su.........http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/isola-delle-femmine-italcementi.html#links

*SCIOLTO CONSIGLIO COMUNALE-INFILTRAZIONI MAFIOSE..Una gestione che è stata costellata da varie vicende...l’allontanamento dal Comune del direttore.... sugli incarichi esterni affidati dal sindaco....l’assunzione di Antonio Santoro, cugino di Nicola(assessore), come responsabile del servizio commercio...QUESTO ED ALTRO ANCORA continua su..............http://www.pupia.tv/notizie/0001386.html

Dal giornale di Sicilia 13.10.07: ABUSI EDILIZI in due comuni in 3 finiscono sott'inchiesta." Due immobili sono stati sequestrati dai carabinieri a Borgetto e Misilmeri, nel corso di servizi contro l'abusivismo edilizio, e sono scattate anche tre denunce. A Borgetto sigilli a un fabbricato di 100 metri quadrati.....non ancora ultimato..i titolari sono stati denunciati alla Procura della Repubblica. I lavori erano stati avviati senza autorizzazione e in un'area agricola sottoposta a vincolo sismico. A Misilmeri, invece , i militari hanno sorpreso nel centro abitato alcuni operai impegnati nella costruzione di un appartamento sopra un immobile di tre piani già esistente. Rilevata l'assenza di concessione edilizia, le opere sono state poste sotto sequestro. Denunciata la proprietaria......."



PONZIO PILATO E' TORNATO per smentire il suo direttore dimissionarLo e consegnarLo al popolo servizio a.......

http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/il-ritorno-di-ponzio-pilato.html#links





ITALCEMENTI LA PROCEDURA DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE




*”A TELEOCCIDENTE ITALCEMENTI PET-COKE-COMBUSTIONE.MOVIMENTAZIONE-TRASPORTO-STOCCAGGIO-SALUTE-AZIENDE INSALUBRI Le responsabilità delle amministrazioni l’ultima lottizzazione approvata dal C.C. 28.1.03…”
*"ALLA VITA IN DIRETTA IL SILENZIO DI PONZIO PILATO mentre I cittadini Isola delle Femmine parlano della Italcementi e dei problemi di salute per i cittadini e la sua collocazione a ridosso delle abitazioni"
*"Le Mentite e le smentite e le rimentite e..."
*"Il Progetto che non c'è"
*"Esposti alla magistratura"
*"Interrogazione e risposta del Ministro Pecoraro Scanio su ITALCEMENTI Isola delle Femmine"
*"In netta contraddizione con quanto da Egli scritto al Comitato Isola Pulita, ed in netto contrasto con la risposta del Ministro Pecoraro Scanio all’on Fundarò e Lion, il 3° servizio scavalcando il 2° servizio VIA/VAS, convoca per il giorno 17 ottobre una conferenza?"
leggi su.....
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/italcementi-procedura-autorizzazione.html#links



OTTO OTTOBRE 2007*Questa è la storia, incredibile ma vera, di un lavoratore che a causa di mancato allineamento alla linea politica del Signor Bologna ed al metodo di gestione della cosa pubblica dello stesso è costretto a subire vessazioni e persecuzioni sul posto di lavoro con gravi danni morali, finanziari e psico-fisici.
leggi su...........
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/10/pubblica-amministrazione-dipendenti.html#links

*A tutto il corpo della Polizia Municipale la nostra solidarietà la nostra stima e il rispetto per l'attività che svolgono a tutela della nostra comunità. Non sempre roconosciute e valorizzate da chi di competenza.
Al Signor Croce Antonino Comandante della Polizia Municipale di Isola delle Femmine, la nostra personale solidarietà stima e apprezzamento per il suo operato.


Management School: "così come ti ho creato ti posso distruggere"
"ti spiezzo in due" prima ti nomino un CONSULENTE e poi Ti DIMISSIONO

........si reputa assolutamente necessario che il corpo di polizia municipale venga commissariato...........leggi su..........
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/09/riceviamo-e-con-rincrescimento.html#links


°Mafia: intimidazione a pm Gozzo a Palermo
Due persone sono state allontanate dal custode dello stabile
PALERMO, 13 SET - Un'intimidazione e' stata compiuta a Palermo nei confronti del sostituto procuratore della Dda Domenico Gozzo. Due persone si sono presentate nel portone dell'abitazione del magistrato chiedendo di parlare con lui e dicendo di essere interessati all'affitto di un appartamento nella borgata di Acquasanta. Il custode, sapendo che il magistrato non possiede immobili in quella zona, ha chiesto i loro nomi e al loro rifiuto di qualificarsi, li ha pregati di allontanarsi.
Palermo 14 SET - Da quando il cerchio delle indagini ha cominciato a stringersi attorno agli uomini del superlatitante Lo piccolo strane minacce hanno raggiunto i sostituti procuratori Domenico Gozzo e Gaetano Paci che da anni scavano nei meandri del mandamento di San Lorenzo oggi diventato la nuova centrale del comando di Cosa Nostra. Mercoledì mattina un uomo e una donna che avevano con sè un bambinosi sono presentati nella portineria di casa Gozzo, chiedendo di parlare con il magistrato, e dicendo di essere interessati all'affitto di un appartamento nella boragta di Acquasanta. Il portiere si è subito insospettito, sapeva che la famiglia del p.m. non ha alcun immobile da affittare all'Acquasanta. Ha chiesto i nomi delle persone, ma la coppia si è allontanata velocemente...............Salvo Palazzolo


Gentilissimo Signor LUI invece di chiedersi chi foraggia chi e per cosa, segua Lei e nel contempo consigli i suoi compagni di camerata di adeguarsi oltre che rispettare le leggi iniziando da : Organi - Amministratori - Situazione patrimoniale ex art. 8 l.r. 128/1982 - Attestazione di conformità leggi su.....
http://gurs.regione.sicilia.it/pareri/P060153.HTM


*SONO INCAZZATO NERO E TUTTO QUESTO NO LO ACCETTERO'
leggi vedi e senti su................
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/09/isola-delle-femmine-sono-incazzato-nero.html#links


*e' QUI LA FESTA? Si è qui ma LUI non c'è e se viene fai finta di non conoscerLo
*Poteva sembrare un film invece......................
leggi l'indirizzo su.......
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/09/e-qui-la-festa.html#links

*E' LUI O NON E' LUI! MA SI CHE E' LUI. VEDO FUMO (scusatemi tanto ma permettetemi la battuta:"tutto fumo niente arrosto" Banale? Si lo so, ma mentre scrivo me la rido e vorrei poterlo esprimere. GRAZIE)VUOL DIRE CHE E' LUI.....

leggi su...........
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/09/isola-delle-femmine-consulenze-elezioni.html#links

*In Ricordo dell'Amico Giacomino
leggi su..........
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/09/in-ricordo-di-giacomino.html#links

*RICHIESTA AL SINDACO E AI GRUPPI CONSILIARI DI UN PUBBLICO DIBATTITO CITTADINO SU DEMOCRAZIA LEGALITA' E TRASPARENZA A ISOLA DELLE FEMMINE

leggi su..............
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/08/in-data-18-agosto-alcuni-sostenitori.html#links

*CAPISCO DELLE VOLTE PRESI DALL'ENTUSIAMO O MAGARI DALLA PAURA, DALLA "FOGA" SI FA IN FRETTA A PARLARE DI CONFERENZA E POI NON SI SA DI COSA PARLARE.
SE PERMETTETE SIGNOR SINDACO SIGNORI ASSESSORI SIGNORI CONSIGLIERI VORREI TOGLIERVI DALL'IMBARAZZO E PERMETTERMI DI SOTTOPPORVI UNA SERIE DI ARGOMENTI SU CUI POTRESTE, TEMPO PERMETTENDO, SCEGLIERE E MAGARI DARE UNA SCALA DI PRIORITA'

gli argomenti(non sono datati o superati anzi con l'amministrazione che ci ritroviamo si vanno AGGRAVANDO e purtroppo vi è la tendenza all'aumento).......
http://isolapulita.splinder.com/post/12681219/BUON+
COMPLEANNO+AGLI+AMMINISTR



Oppure signori parliamo solo di.........................
http://isolapulita.splinder.com/post/13237464/IL+PIANO+
REGOLATORE+A+ISOLA+DE



in alternativa leggete su............

http://www.isolapulita.ilcannocchiale.it/post/1530635.html



*URGENTE ORDINANZA DA PARTE DEI SINDACI: L'ACQUA NON PUO' ESSERE UTILIZZATA PER USI ALIMENTARI
leggi su................
http://www.alimentazione-oggi.it/archives/0005738.html


*LA COERENZA! LA RESPONSABILITA'! L'IMPEGNO! QUANDO IL SINDACO E LA SUA GIUNTA DECIDE A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE DEI CITTADINI E DELL'AMBIENTE,LEGGI L'ORDINANZA INTEGRALE DEL SINDACO MOTISI E I PROVVEDIMENTI DI INO GENCHI

guarda il video su...............
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/08/sindaco-e-giunta-per-lambiente-e-la.html#links

*A PROPOSITO DI ALGA ROSSA E DIVIETO DI BALNEAZIONE
sin da giugno a ben leggere si decretava che.............
http://isolapulita.blogspot.com/2007/05/blog-post.html#links


leggi su..............
*A PROPOSITO DELLA SENTENZA T.A.R. SICILIA SULLE VERANDE REGOLAMENTI RESPONSABILITA' DEL SINDACO P.R.G. PIANI PARTICOLAREGGIATI VINCOLI E SCADENZE


http://isolapulita.blogspot.com/search?q=sentenza+verande


*I SOGNI NON SI AVVERANO MAI? IL FANTASMA DEI 36 ALLOGGI POPOLARI A ISOLA DELLE FEMMINE

gurs.pa.cnr.it/gurs/Gazzette/g04-45/g04-45-c.pdf

*A ISOLA DELLE FEMMINE QUANDO I SOGNI MUOIONO NON RIESCONO A TROVARE POSTO AL CIMITERO
uno dei commenti integrali pervenuti sul blog il 5 settembre......."Per l'ampliamnto del cimitero un esperto è il geom. CRISCI oggi consigliere comunale che può mettere a disposizione la sua esperienza e anche fatto un comizio nel 2004 su come fare il nuovo cimitero, senza interessi e collaborazione nel progetto che mai a visto la luce anche se some sempre pagate parcelle per divensi milioni.
Questo è fare il bene di Isola che anno gli amministratori"

Come promesso iniziamo a parlare di cimitero ed i tanti e mai realizzati progetti di ampliamento, per la verità siamo stati stimolati a parlarne , a seguito dei tanti messaggi ricevuti interessati a capire regolamenti gestione condizioni di servizio e relativi costi. I messaggi richiedevano..........leggi su
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/09/isola-delle-femmine-lampliamento-del.html#links


http://64.233.183.104/search?q=cache:NgFstSr_r_gJ:gurs.pa.cnr.it/gurs/
Gazzette/g04-45/g04-45
c.pdf+Isola+delle+femmine+AMPLIAMENTO+CIMITERO&hl=it&ct=
clnk&cd=8&gl=it


*L'EX CONSULENTE DEL SINDACO PROFESSORE PORTOBELLO

leggi su....................
http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/2007/07/isola-delle-femmine-le-consulenze-dalle.html#links

GURS Parte I n. 21 del 2004
25, legge regionale n. 22/96, presentato dalle ditte Immobiliare Calliope s.r.l. e SA.BA. s.r.l.per la realizzazione di n. 50 alloggi";
http://gurs.pa.cnr.it/gurs/Gazzette/g04-21/g04-21-p37.htm



Industrie insalubri: classificazione

Descrizione
Una industria è individuata come insalubre dal servizio di igiene pubblica dell’Ulss. L’Ulss segnala al Comune l’industria, ai fini della classificazione che viene predisposta dal Comune stesso, il quale provvede a darne comunicazione alla ditta. L'industria, a cui viene comunicata la classificazione, è obbligata ad attenersi alle disposizioni contenute negli articoli 216 e 217 del Testo unico delle leggi sanitarie.

In caso di inconvenienti provocati da industrie classificate come insalubri, anche quando questi inconvenienti non siano riconducibili a disposizioni di legge ad essi specificatamente riferiti, il Sindaco, a seguito di accertamenti, emette ordinanza di adeguamento per l'eliminazione degli inconvenienti accertati.


Normativa di riferimento
Decreto Ministeriale del 5 settembre 1994 "Elenco delle industrie insalubri di cui all'art. 216 del Testo unico delle leggi Sanitarie".
Circolare del Ministero della Sanità n.19 del 19 marzo 1982.
Regio Decreto n. 1265, artt. 216 e 217, del 27 luglio 1934 "Approvazione del Testo unico delle Leggi sanitarie".



http://isolapulita.blog.lastampa.it/il_mio_weblog/2007/08/isola-delle-f-3.html



http://liberaisoladellefemmine.blogspot.com/2007/11/isola-delle-femmine-il-gruppo-insieme.html
LA LENTA AGONIA DELLA DEMOCRAZIA A ISOLA DELLE FEMMINE,

LA POLITICA NE DECRETA LA MORTE


Vidiri 'a carta mala pigghiata



E' risultato vano il tentativo del cittadino scoperto nell'estremo tentativo di rianimarLa. L'ignoto Cittadino (gli inquirenti non hanno ancora diramato le sue generalità, si è quasi certi che è Palermitano Estraneo) è stato scoperto mentre distribuiva volantini farneticanti che inneggiavano alla libera espressione.
Colto sul fatto è stato denunciato emarginato isolato ed è in attesa di essere messo alla "gogna".
Il MENTORE/I della denuncia con i suoi accoliti, si sono dati appuntamento nelle fogne del Paese per festeggiare l'avvenimento.
Nessun Palermitano Estraneo ha potuto partecipare ai festeggiamenti.

E' L'ORA DEL NON SENTIRE!

E' L'ORA DEL NON PARLARE!

E' L'ORA DEL NON VEDERE!

CONTINUA A DORMIRE!


chiudiamo per non essere omertosi

A PROPOSITO DI NON ESSERE OMERTOSI LO SAPEVATE QUAL'E' IL DESTINO DI TUTTI I PRESIDENTI DEL CONSIGLIO?
NO!
MI MERAVIGLIO DI VOI CHE NON LO SAPPIATE!
ALLORA IL DESTINO DEI PRESIDENTI DEL CONSIGLIO E'......
stop..stop...stop..stop...dopo varie telefonate ricevute
MI SONO reso conto che il messaggio poteva sembrare diretto ad alcune persone ben identificate.
NO! NON era questo il MIO intento e per questo che MI sono AUTOCENSURATO ma nel contempo è opportuno da parte MIA ribadire alcuni VALORI fondanti di una CIVILE connivenza.

Cittadini a causa di continue telefonate di persone interessate a quanto sopra detto (e ad evitare speculazioni di basso profilo culturale) forse è il caso di spiegare a detti SIGNORI :
Così come i figli dei fiori combattevano la guerra mettendo dei fiori nei cannoni.

COMBATTERE CHIUNQUE ATTENTI ALLA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE IDEE AI PERICOLI DI INQUINAMENTO MALAVITOSO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.
Con le armi dell'ironia con qualche pizzico di fantasia con il Rispetto per le IDEE altrui e con un sorRISO che non deve mai mancare, è un DIRITTO dovere di TUTTI i CITTADINI.

I Cittadini hanno il diritto dovere e nelle forme che la democrazia e il buon senso civico consigliano, METTERE IN DISCUSSIONE, CRITICARE I POLITICI CHE CON I LORO COMPORTAMENTI POSSONO essere PREGIUDIZIEVOLI AL BUON FUNZIONAMENTO DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA.

nota a margine:PRESIDENTI DEL CONSIGLIO sono di Governo, di Istituti Scolastici, di Amministrazione, di Consiglio Comunale,di Comunità Montane, di Aziende...............................
Presidenti del Consiglio si può essere a Genova, Licata, Carrapipa, Isola delle Femmine, Pachino, Isnello, Monginevro......
Come diceva Pazzaglia "siamo terra terra..."
Conosco una persona che dice sempre "non mi tange"
In paese è conosciuto come una persona onesta, rispettosa e trasparente, ciò che in genere si definisce "una persona limpida, incline ai compromessi e con ottime capacità di mediazioni fra le varie posizioni"






Pino Ciampolillo

http://isolapulita.splinder.com/

RICHIESTA PROTEZIONE INCOLUMITA' PERSONALE A SEGUITO DI MINACCE


Aderente alla Sezione Legambiente Palermo
Giuseppe Ciampolillo
Via Sciascia 13
90040 Isola delle Femmine PA

Documento composto di pag 2

A Sua Ecc. Signor Prefetto Dr. Giosuè Marino racc.ric rit 12429630334-4
Ufficio Territoriale del Governo
Via Cavour n. 6
90133 Palermo

Al Sig. Sindaco del Comune di Isola delle Femmine
prot 9429 20 agosto 2007

E p.c. A S.E. On.le Prof. Giuliano AMATO rac ric rit 12429630333-3
Ministro degli Interni
Palazzo del Viminale
ROMA

E p.c. Alla Procura della Repubblica rac ric rit 12429630332-2
Signor Procuratore Dr.Gaetano Paci
Piazza Vittorio Emanuele Orlando
90100 PALERMO

E p.c. Presidente Commissione Antimafia rac ric rit 12429630331-1
On.le Francesco Forgione
Camera dei Deputati
Palazzo San Macuto
00186 Roma (RM)

E p.c.Al Comitato Regionale di Legambiente racc. ric. rit 12429630330-0
Via Agrigento 67 90139 Palermo

E p.c. Al Capo Gruppo Consiliare "Insieme Isola delle Femmine" prot 9429

E p.c. Al Capo Gruppo Consiliare "Isola per Tutti" prot 9429

E p.c. Al Capo Gruppo Consiliare "Isola Democratica" prot 9429


Oggetto: Richiesta di intervento sicurezza personale




Con la presente il sottoscritto Giuseppe Ciampolillo, residente a Isola delle Femmine Via Sciascia 13, Coordinatore del Comitato Cittadino Isola Pulita sezione Legambiente Palermo

Informa Il Signor Sindaco e le Autorità in indirizzo che:

a seguito degli ultimi avvenimenti che hanno visto Isola delle Femmine al centro dell'attenzione dei tanti mezzi di comunicazioni ed informazione sia a mezzo stampa che video;

a seguito della legittima azione di informazione svolta dal Comitato Cittadino Isola Pulita, attraverso la richiesta di accesso agli atti e di pubblicazioni stampate e telematiche (vedasi il sito www.isolapulita.it );

a seguito dell' ispezione disposta e condotta dall'Assessorato Regione Sicilia Enti Locali in ordine all'iter del rilascio di concessione edilizia alla Cooperativa Calliope Srl, finalizzata alla realizzazione di n. 50 alloggi in verde agricolo;

a seguito dell'appello lanciato, dal Comitato Cittadino Isola Pulita, ai Cittadini e all'Amministrazione Comunale, sulla sensibilità volta alla vigilanza democratica su possibili infiltrazioni di tipo affaristico-malavitoso nella Pubblica Amministrazione di Isola delle Femmine;

a seguito dei "suggerimenti” (da me indesiderati) volti a farmi i fatti miei, in quanto "ho famiglia", rivolte alla mia persona. Suggerimenti pervenutomi telefonicamente e per interposte persone, oltre all'uso di linguaggi che tendevano unicamente al discredito politico della mia persona e dell'organizzazione da me
rappresentata,

con la presente sono a chiedere e sollecitare, con l'urgenza che il caso richiede,
alle Autorità in indirizzo e ciascuno per le rispettive cariche ricoperte e , in virtù dei poteri conferitogli dalla Costituzione, in materia di "Prevenzione e Tutela dei Cittadini" nonché di "Libertà di Espressione e di Organizzazione" e "Sicurezza ed Ordine Pubblico" ad attivare gli uffici dipendenti affinchè sia tutelata la mia persona e quella della mia famiglia e, conseguentemente, sia garantita nella Nostra Comunità la libera
circolazione delle idee.

Resto in attesa di conoscere quanto vorranno disporre le Autorità in indirizzo e colgo l'occasione per porgere distinti saluti.
Giuseppe Ciampolillo

Ultima delle due pagine







http://isolapulita.splinder.com/

Gentile Giuseppe Ciampolillo,

Con la presente voglio esprimerle la mia sentita personale solidarietà riguardo le minaccie a lei pervenute a seguito della recente vicenda da lei sollevata, con l'augurio che le autorità competenti si attivino il prima possibile anche per dare un segnale di sostegno alle attività di libera circolazione delle idee ed della possibiltà che i cittadini possano liberamente intervenire a difesa e protezione del bene pubblico.

Cordiali saluti

Giuseppe Nano
Ricercatore chimico - L'Aquila
nano.giuseppe@dompe.it

Caro Pino,
Nel trasmetterti i post pervenuti sul sito www.benicomuni.net, vorrei anch'io esprimerti la mia personale solidarietà. Ringrazio per tutto il prezioso lavoro che stai facendo a favore della legalità nel territorio.
cari saluti
Mahodaya



Rete » Forum » Forum della Rete » SOLIDARIETA' a Gisueppe Ciampolillo
Re: SOLIDARIETA' a Gisueppe Ciampolillo
di Gianluigi Redaelli - giovedì, 23 agosto 2007, 15:34
Ovviamente tutta La Rete dei beni comuni è al fianco di Pino Ciampolillo nel momento in cui la determinazione e la coscienza civica di chi lotta contro gli stessi nemici per ideali e obiettivi che sono del tutto simili o condivisibili finisce col doversi scontrare anche con la tipica violenza bruta di stampo mafioso che è sempre presente dove interessi economici e speculativi si saldano strettamente con il potere politico che non ha in alcun conto il bene pubblico.

Vedi questo messaggio nel contesto



Rete » Forum » Forum della Rete » SOLIDARIETA' a Gisueppe Ciampolillo
Re: SOLIDARIETA' a Gisueppe Ciampolillo
di angelo carratello - giovedì, 23 agosto 2007, 12:26
In momenti come questi la solidarietà è un obbligo per tutta la gente che come Giuseppe fa del vivere con onesta in un'isola più pulita il proprio dovere civico.

Vedi questo messaggio nel contesto


Rete » Forum » Forum della Rete » SOLIDARIETA' a Gisueppe Ciampolillo
SOLIDARIETA' a Gisueppe Ciampolillo
di Andrea Ballarò - giovedì, 23 agosto 2007, 11:21
ISOLA_DELLE_FEMMINE_VIGILANZA_CONTRO_LE_MINACCE.doc

In allegato troverete Esposto Denuncia di G. Ciampolillo, Responsabile LegaAmbiente di Isola delle Femmine - PA -, ma sopratutto responsabile del sito www.isolapulita.it aderente a Decontaminazione Sicilia, parafrasando Giovanni Falcone, con i debiti scongiuri, RICORDIAMO

Si muore generalmente perché si è soli o perché si è entrati in un gioco troppo grande. Si muore spesso perché non si dispone delle necessarie alleanze, perché si è privi di sostegno. In Sicilia la mafia colpisce le persone che denunciano infiltrazioni mafiose nello Stato e che lo Stato non è riuscito a proteggere.




Caro Giuseppe,
con rabbia e dolore leggo questo tuo grido d'aiuto per le minacce che hai ricevuto per il tuo convinto impegno contro le ingiustizie e la difesa della tua meravigliosa terra. In questo frangente non posso che esprimerti il pieno sostegno e la solidarietà mia personale e di tutta l'associazione "Politica dei Cittadini", rappresentata dal Sen. Fernando Rossi. L'augurio è che le autorità competenti si attivino quanto prima a difesa di una voce che grida contro l'arroganza dei potenti, l'omertà degli ignoranti e i politici corrotti!
Siamo un Movimento politico fuori da qualsiasi schieramento, colore o
tendenza di partito. Stanchi di essere vessati da coloro che una volta
eletti, invece di servire il cittadino, asserviscono lo stesso,
vogliamo porre fine a questo malcostume politico, ci spinge la volontà
di combattere l'illegalità ed i privilegi da qualsiasi parte
provengano.
Insieme per.....
·dire basta a chi promette e non mantiene le promesse fatte solo per
essere eletti
·rendere tutti i politici penalmente perseguibile per reati commessi
prima o durante il mandato
·impedire che si legiferi per salvaguardare i propri interessi, la
propria persona o collegati
·far applicare la legge perchè i delinquenti ( a qualsiasi livello )
paghino
·un serio controllo del Territorio da parte delle forze dell 'ordine
che dia sicurezza al cittadino
·Contro l'inquinamento dell'aria, del terreno e delle falde
acquifere.
·Contro le energie inquinanti che distruggono l' ambiente.
Sinceramente a te vicino! un abbraccio ed un saluto.

Daniele Ferraresi (Politica dei Cittadini)
d.ferraresi@alice.it

p.s. = lunedì, al rientro dalle vacanze, il Sen. Rossi ti contatterà.

giuseppesanti.palermo@fastwebnet.it
Gentile amico,

Ho ricevuto copia del Suo esposto, che ho provveduto a far circolare e per
cui le esprimo tutta la mia solidarietà. Conosco bene, anche se non nei
termini brutali sperimentati da Lei, la realtà di cui parla. Sarebbe
opportuno che questa vicenda urbanistica, esemplare di quanto succede in
Sicilia con le cosiddette cooperative, fosse ripresa da qualche giornale di
larga diffusione, come Repubblica Palermo. Una volta avuto un articolo che
la riassuma bene, lo si potrebbe diffondere su internet. Gli amici di
Legambiente di Palermo non possono aiutarla a trovare il giornalista adatto?
Qualcuno proverò a sentirlo io.
Le segnalo intanto un dettaglio che potrà forse esserle utile: l'ing.
Gioacchino Lascari, progettista del programma costruttivo Calliope, deve
essere lo stesso - salvo omonimie - che nel 1993, come membro della
commissione edilizia di Piana degli Albanesi, ricevette un avviso di
garanzia per concessioni edilizie rilasciate in aree protette (F. Foresta,
L'isola del tesoro. Tangenti in Sicilia: Le storie di deputati, assessori e
burocrati "avvisati" o in galera, Palermo 1993). Non so cosa gli sia
successo poi.http://gazzette.comune.jesi.an.it/2003/85/40.htm
In bocca al lupo e tenga duro,

Suo Giuseppe Palermo
Siracusa

Caro Pino,
ho letto quanto scritto sulla non democrqazia quì ad Isola.
Non ti elenco le molte volte delle azioni meschine subite da me ed Enzo perchè abbiamo cercato di toccare i fili dell'alta tensione!
Purtroppo nulla è cambiato: quando si dice senza veli la verità scatta l'autoconservazione della specie degli inetti.
Non demordere e prenditi una meritata pausa di riflessione.
La storia si ripete: quando c'è qualcuno che smuove le torbide acque stagnanti e le ipocrisie contraddittorie di questo paese immediatamente scattano le contromisure di conservazione della specie degli ipocriti.
Tuo Pino
icogap@libero.it

Sostegno e Solidarietà (un file di archivio in
allegato - ) notizie sulla coraggiosa e importante attività di Isolapulita
con tante fonti - l'anno scorso soprattutto sull' assurdo smaltimento di
petcoke in cementeria a danno degli abitanti - a
http://isolapulita.blogspot.com/. Nel blog sono pubblicati anche i nostri
documenti

riporto una mail postata ieri a Ciampolillo che
combatte da tempo con il suo gruppo questa difficile battaglia
noinc sicilia
Carissimi,


questa è una mail particolare che vi prego di leggere con la massima attensione.

E’ una mail particolare perché riporto un messaggio che interpella la mia coscienza di uomo e di siciliano.



Pino Ciampolillo scrive delle minacce ricevute e chiede protezione alle autorità. Pino scrive poche parole, chiare e semplici, ma quanto sarà stato complicato e quanta sofferenza doverle scrivere, mi vado chiedendo, quanti ostacoli che man-mano si è dato ha dovuto superare, chissà quante volte s’è detto: che vado pensando? Chissà quante volte ha pensato: Che faccio di male? Poi per darsi tranquillità si sarà detto: Magari saranno ragazzate, alle quali do troppa importanza!

Pino è per la legalità e perciò si rivolge alle autorità preposte per affermarla, ma è anche persona capace di grande solidarietà e perciò anche se non la chiede se l’aspetta ed è il minimo che tutti gli uomini di buona volontà gli devono, ed io, mentre la sollecito a tutti voi sono qui ad esprimergli tutta la mia amicizia, vicinanza e solidarietà.

Le parole se non sono seguite dalle azioni valgono poco e tutti abbiamo l’obbligo di fare la nostra parte, l’informazione consente di evitare l’isolamento, curiamola tutti e al meglio. Mentre mi auguro che tutto nasca da una errata percezione dei fatti, faccio appello a quanti tra voi che siete nelle condizioni di dare un contributo maggiore, di fare il massimo, vi prego di non dimenticare che la Sicilia è la terra della mafia e dell’antimafia e che sarà diventata finalmente normale, quando la mafia non esisterà più.

Pieno di tristezza e di rabbia vado pensando mille cose che vorrei scrivervi, ma poi mi dico che sarei inutilmente prolisso perché tutti voi le conoscete e perché qualcuno che, pur conoscendole, sta dalla parte sbagliata forse non le capirebbe, ma almeno come testimonianza di fede lasciate che vi dica del motivo più importante che ha determinato il mio impegno per la legalità e il contrasto alla mafia: l’amore per il mio prossimo, rivolto soprattutto ai mafiosi, ai quali, quando gli va bene vivono una cattiva vecchiaia. Quante vite, a partire dalla loro, soppresse o rovinate! Quanto dolore, sofferto e dispensato! “FATEVI RICCHI AL COSPETTO DI DIO” sentivo in un’omelia recente, ve la passo condividendola e provando a viverla. “CONVERTITEVI! VERRA’ UN GIRNO!... “ ha gridato ai mafiosi San Giovanni Paolo II°. “DURANTE IL CAMMINO DI QUESTA VITA, METTI NELLO ZAINO LE COSE UTILI PER L’ALTRA” ci andiamo dicendo gli scout.



Un salutone

Angelo Gallo
anga92@email.it

Caro Pino,
io ho dormito abbastanza e non ho sonno. Resterò sveglio, forse sono troppo idealista per dormire. Devo vegliare questi "pseudo amministratori" comunali che per ignoranza o interessi calpestano la legge e diritti dei cittadini. A tal proposito leggi la lettera che ti allego.
Resta sveglio e continua la tua battaglia di democrazia.
Ciao da Pino Spanò


Esprimo la mia piena e totale solidarietà: difendere l' ambiente ed il territorio vuol dire difendere la Salute, anche quella di quei " signori" miopi ed ottusi che non vedono altro che le proprie tasche ma che quando poi -loro o i loro cari - si ammalano mangerebbero solo pane e cipolla pur di tornare a stare bene.
Ricordatevi la favola di Re Mida: prima che la specie umana sia in grado di respirare soldi, mangiare soldi, bere soldi, passerà ancora un bel pò di tempo....
Patrizia Gentilini
Medico Onco-Ematologo
ISDE Nord Italia
P.S. non riesco a inviare a tutta la lista, autorizzo diffusione del messaggio!---------- Initial Header -----------
To: giuseppeciampolillo@virgilio.itFrom: patrizia.gentilini@libero.it
"Dott. Vincenzo Migaleddu" migaleddu@smirg.org,
"unipa-giuseppe barbera" barbera@unipa.it,"unipa-giorgio beccali" beccali@dream.unipa.it,"unipa vincenzo romano" viromano@unipa.it,
"unipa silvano riggio" sriggio@unipa.it,"'unipa gaetano dongarrà'" dongarra@unipa.it,"osp cervello-ematologia salvo mirto"
salvo.mirto@libero.it,"osp cervello-aurelio maggio"
aureliomaggio@virgilio.it,"osp cervello linda pasta"
lindpas@yahoo.it,"osp cervello gabriella filippazzo"
gafilippa@hotmail.com,"osp cerv eps" eps@ospedalecervello.it,
"cittadini per la salute-francesca sausa" francescasausa@libero.it,
"Napoli dott. Antonio Marfella" a.marfella@tin.it,
"napoli felicetta parisi" felicetta.parisi@libero.it,
"Napoli Nicola Capone" nicapone@studipolitici.it,
"napoli segreteria assise" segreteria@napoliassise.it,
"napoli-ist studi filo-luigi bergantino" leghena@hotmail.com,
"ALEX Zanotelli" alex.zanotelli@libero.it,
"ISDE - Pavia Romano Bragheri" r.bragheri@virgilio.it,
"ISDE Caserta Gaetano Rivezzi" garivezzi@tin.it,
"Isde Civitavecchia Giovanni Ghirga" giovanni.ghirga@fastwebnet.it,
"ISDE Cremona - Federico Balestreri" federicobalestreri@tin.it,
"Isde Cs ferdinando laghi" f.laghi@tin.it,
"ISDE Empoli maria grazia petronio" mg.petronio@usl11.toscana.it,
"ISDE EU-lorenzo tomatis" ltomatis@hotmail.com,
"ISDE firenze gianluca garetti" garetti@interfree.it,
"Isde Gianni Tamino" gtamin@tin.it,"Isde Gubbio - Giovanni Vantaggi" vantaggi4@tin.it,"ISDE Italia Roberto Romizi" isde@ats.it,
"ISDE Patrizia Gentilini" patrizia.gentilini@libero.it,
"Isde pt-michelangiolo bolognini" m.bolognini@mail.pt.usl3.toscana.it,
"ISDE roberto ronchetti" roberto.ronchetti@ospedalesantandrea.it,
"Fimp Sicilia Lino Cibella" ccibella@infcom.it,
"comune pa - antonella monastra comune pa"
a.monastra@aqu.comune.palermo.it,"Rita Borsellino" rita.borsellino@libero.it,"daniela arletti"
daniela.arletti@tiscali.it,"ambiente Adriano Rizzoli"
ad.rizzoli@alice.it,"Ernesto Burgio (ISDE Palermo)"
erburg@libero.it
Cc : benobiundo@libero.it, bucca@arci.it,"Angela - MAMME" cali.angela@virgilio.it, cirospat@hotmail.com, crep.mimmo@tin.it,
"enza albini CGIL sicilia" enza.albini@sicilia.cgil.it, erburg@libero.it, f.campanella@fastweb.it, gbiundo@tiscali.it,
gioacchino.genchi@gmail.com, giu-messina@libero.it,
info@istitutoarrupe.it, legambientepalermo@libero.it,
lombardo.vincenzo@enel.it, mario.crispi@tiscalinet.it,
mimmofontana@yahoo.it, notari.g@gesuiti.it, palermo@mdc.it,
palermo@wwf.it,"angelo palmieri" palmieriangelo@libero.it, presidenza@clubalpinosiciliano.it,
regionale@legambientesicilia.it, rossana.scaduto@libero.it, sardegnacarmelo@hotmail.com, segreteria@clubalpinosiciliano.it, sicilia@wwf.it, suniapalermo1@libero.it, carmoz@tiscali.it, sanfilippo@orsanet.it


non conosco la situazione di cui parla ma se3 ha ricevuto minacce per la sua attività ha tutta la mia solidarietà. tenga duro!giovanni maiolo
http://blog.libero.it/giovannimaiolo


Jolanda Baldi---------- olanda.baldi@libero.it
La sua lettera mi ha riempita di angoscia.Che posso fare per aiutarla?Se mi facesse saper l'indirizzo elettronico delle autorità a cui ha scritto potrei mandare tante mail.Penso che moltissime altre persone lo farebbero.Abbia cura di sè.In Sicilia abbiamo bisogno di persone come lei.


From : "asso_di_quadri_1@libero.it" asso_di_quadri_1@libero.it
To : "sicilianimalista" sicilianimalista@yahoo.it
Cc : "thundereef" ,"silvi376" silvi376@virgilio.it,"lanterig41" lanterig41@libero.it,"rifugiofavorita" rifugiofavorita@libero.it,"info" info@palermoanimali.it,"ondamiao" ondamiao@libero.it,"mariannamusco" mariannamusco@hotmail.com,"luselv" luselv@libero.it,"laura.imburgia" laura.imburgia@virgilio.it,"jolanda.baldi" jolanda.baldi@libero.it,"ifiglidigaia" ifiglidigaia@gmail.com,"gianlucarai" gianlucarai@alice.it,"Frogghino" Frogghino@yahoo.it,"emilia.digristina" emilia.digristina@virgilio.it,"bregovic" bregovic@livecom.it,"danafa" danafa@libero.it,"costanzaguarnera" costanzaguarnera@virgilio.it,"braelda" braelda@libero.it,"asatru2003" asatru2003@libero.it,"aurymitik" aurymitik@yahoo.it,"pleiadi" pleiadi@livecom.it,"Pedri2002" Pedri2002@libero.it,"annalisa.castello" annalisa.castello@alice.it,"arianna.ferrante" arianna.ferrante@libero.it
Date : Wed, 22 Aug 2007 17:50:35 +0200
Subject : Sostegno Diffusione Solidarietà Grazie


Ciao Giuseppe. Ho letto delle indegne minacce da te subite. Il ribrezzo ed il senso di vomito sono immediati al pensiero che non ci si possa esprimere liberamente e che si arrivi a minacciare le famiglie. Davvero non posso che esprimere il mio sostegno a te ed a tutti coloro che ricevono simili aberranti messaggi durante l’intensa lotta di giustizia in una terra infestata dai germi dell’arroganza e della violenza.



Un caro saluto.
Marcello Gurrieri

Caro Pino,

Grazie ad Angelo, ricevo costantemente notizie sul "mondo degli inceneritori e dintorni".
Ho letto la tua lettera di richiesta di protezione, vorrei capire come posso venirti utile. Faccio il medico in ospedale a Catania e sono padre di tre figli. In questo tempo cosi "greve" mi sono riavvicinato alla fede quella del cuore: cosi ti dico che pregherò per te, la tua famiglia e la tua incolumità.
"sento" di suggerire anche a te di invocare la Protezione della nostra Madre Divina che è estremamente più potente di noi uomini. Chiedi, chiediamo con il cuore e ci sarà dato.
Un idea potrebbe essere quella di dedicare i Rosari (detti con il cuore!) a questa causa fin quando sarà risolta.
Credo nel potere immenso che sprigioniamo noi stessi quando rivolgiamo un pensiero d'amore a un nostro fratello nella preghiera.
Ci proviamo?

Fatemi sapere

Un abbraccio forte


Luciano

From: "gianrelli"

giuseppeciampolillo@virgilio.it
Sent: Wednesday, August 29, 2007 3:11 PM

Subject: [no_inc_sicilia:241] Re: Fwd: [Rete NoInc] riunione regionale


Luigi, bene fai a dire che Decontaminazione Sicilia sarà presente con i suoi aderenti della Sicilia Orientale, perchè a quanto pare da quella Occidentale c'è stato il fuggi fuggi, e io sono, forse, l'unico sopravvissuto.

by by gianluigi

Luigi Solarino ha scritto:
Carissimi, decontaminazione Sicilia sarà presente a San giovannello il prossimo 1° settembre, non mancheranno Giacinto Franco, Rossana Zerega, Giulia Grillo, Paolo Guarnaccia, i coniugi Signorelli e Mario Giarrusso. Non ci sarà chi Vi scrive, ma per il 22 settembre sarà fra i primi.

Mario Giarrusso sta lavorando ad una comunicazione ufficiale che Decontaminazione Sicilia invierà al Prefetto ed alla Procura di Palermo ed ai Carabinieri di Isola delle Femmine, nella qual comunicazione si dirà esplicitamente che Decontaminazione condivide l'azione del Comitato Cittatino di Isola delle Femmine e del Suo portavoce Pino Ciampolillo, ed esprime tutte le apprensioni e le preoccupazioni derivanti dalle minacce pronunciate da ignoti nei confronti del nostro Ciampolillo.
Cordilamente Luigi Solarino

Caro Pino,
voglio esprimerti la mia personale solidarietà.
Anche il ns. presidente del "comitato popolare lasciateci respirare",
qualche tempo fa è stato oggetto di intimidazioni e segnali inequivocabili.
Evidemtemente che quando si toccano certi argomenti la reazione poco si
discosta a seconda della latitudine.
Un abbaraccio
leandro belluco

Caro Pino
Il Comitato Popolare "lasciateci respirare" che con te ha condiviso molte
delle battaglie contro l'inquinamento prodotto dai cementifici, ribadisce
il suo sostegno e solidarietà di fronte alle gravi minacce ed intimidazioni
rivolte a te alla tua famiglia. La libertà di espressione, la possibilità
di denunciare scempi ed abusi rimangono delle conquiste collettive alle
quali non vogliamo rinunciare. Faremo tutto qunto rientra nelle nostre
possibilità per non lasciarti solo ad affrontare questa difficile situazione.
un forte abbraccio
Francesco Miazzi


NORME DI DEONTOLOGIA PROFESSIONALE ORDINE DEGLI ARCHITETTI
DELIBERA 20 DICEMBRE 2006
Premessa
Il paesaggio, il territorio e l’architettura sono espressione culturale essenziale dell'identità storica in ogni Paese.
L'architettura si fonda su un insieme di valori etici ed estetici che ne formano la qualità e contribuisce, in larga misura, a determinare le condizioni di vita dell'uomo e non può essere ridotta a un mero fatto commerciale regolato solo da criteri quantitativi. L’opera di architettura, ed in genere le trasformazioni fisiche del territori, tendono a sopravvivere al loro ideatore, al loro costruttore, al loro proprietario e ai loro originari utenti. Per questi motivi sono di interesse generale e costituiscono un patrimonio della Comunità.
La tutela di questo interesse è uno degli scopi primari dell'opera progettuale e costituisce fondamento etico della professione.
La società ha dunque interesse a garantire un contesto nel quale l'Architettura possa essere espressa al meglio, favorendo la formazione della coscienza civile dei suoi valori e la partecipazione dei cittadini alle decisioni concernenti i loro interessi; gli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori iscritti alle diverse sezioni dell’albo hanno il dovere, nel rispetto dell'interesse presente e futuro della società, di attenersi al fondamento etico proprio della loro disciplina.
Gli “atti progettuali” rispondono all'esigenza dei singoli cittadini e delle comunità di definire e migliorare il loro ambiente individuale, familiare e collettivo, di tutelare e valorizzare il patrimonio di risorse naturali, culturali ed economiche del territorio, adottando, nella realizzazione della singola opera e di ogni trasformazione fisica del territorio, le soluzioni tecniche e formali più adeguate ad assicurarne il massimo di qualità e durata, e il benessere fisico ed emozionale dei suoi utenti Le norme di etica professionale che seguono sono l'emanazione di questo assunto fondamentale che appartiene alla formazione intellettuale di ogni professionista iscritto all’albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, d’ora in avanti chiamato per brevità “iscritto”. Esse completano, nell'ambito delle leggi vigenti, le Norme per l'esercizio e l'ordinamento della Professione.
http://www.architettipalermo.it/deontologia.php?parent=Deontologia%20e%20norme%20di%20categoria

Thursday, August 09, 2007

GOLETTA VERDE A ISOLA DELLE FEMMINE DIBATTITO SU AMBIENTE ALLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VIA PALERMO 8 agosto



Goletta Verde di Legambiente nel  suo viaggio per i mari italiani ieri è approdata a  Isola delle Femmine. Completata anche l’assegnazione delle bandiere azzurre una delle quali è andata anche a Modica. La campagna di monitoraggio delle acque di balneazione realizzata con la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Per l'occasione Legambiente Le associazioni Ambientaliste il Comitato Cittadino si sono incontrate  alla biblioteca Comunale in presenza del Sindaco Portobello.

Parlando di mare di acque di aria non si poteva non affrontare la vicenda Italcementi. Il   Dipartimento Ambiente della Regione ha diffidato  la Italcementi, con la nota n°48283 del 25 luglio 2006. L'Assessorato Territorio e Ambiente, nel provvedimento di diffida, dichiara in modo univoco che “sono stati ripetutamente violati i dettami della normativa vigente e le prescrizioni del decreto assessoriale di autorizzazione” (per quanto concerne l’utilizzo del petcoke al posto del carbone), diffidando “l’Italcementi dal continuare ad utilizzare il petcoke come combustibile, nonché a continuare ogni attività che dia luogo alla produzione di emissioni diffuse di tale composto in assenza della necessaria autorizzazione ai sensi del D. Lgs. n. 152 /2006”, evidenziando inoltre che “ogni ulteriore violazione delle prescrizioni contenute nel presente provvedimento comporterà necessariamente la sospensione delle autorizzazioni concesse” 
Gli interventi, del Comitato Isola Pulita hanno sottolineato la necessità affinchè venga intrapresa un'azione volta alla messa in sicurezza degli impianti e delle operazioni del cementificio, con preventivo accertamento dei danni causati dalle emissioni della Italcementi ai cittadini e all’ambiente

Parecchi sono stati gli interventi che hanno riguardato lo stato di salute delle acque balneabili. è stato denunciato lo stato di pericolo derivante dalla selvaggia cementificazione della costa.

Parlando della cementificazione selvaggia del territorio, non si poteva non parlare di speculazione edilizia, a tal proposito sono state espresse preoccupazioni sulla presenza della criminalità a Isola delle Femmine e tutto il comprensorio, la notizia di qualche giorno fa della cattura del boss latitante Franzese da parte dagli uomini della Catturandi in una villetta della nostra periferia, la sparizione dei Maiorana padre e figlio del 3 agosto. E a distanza di oltre 27 anni rimane ancora insoluto,  l'efferato omicidio avvenuto a pochissimi metri dalla biblioteca dell'imprenditore edile Enea Vincenzo, i cui figli dopo minacce ed intimidazioni, da parte delle famiglie mafiose sono stati costretti ad emigrare negli USA. 
Pino Ciampolillo prosegue il suo intervento denunciando il SILENZIO e L'OMERTA': "Ciò che sembra ancor più grave e preoccupante è stato e continua ad essere, a distanza dei tanti anni passati, il clima di omertà e silenzio che si è diffuso attorno a questo omicidio. Non uno, anche tra quelli che si consideravano amici.
Non un amministratore, eppure era uno di loro si il Sindaco sa perfettamente che Vincenzo Enea era un rappresentante delle istituzioni, un CONSIGLIERE COMUNALE. "

Il "dibattito" si è molto vivacizzato in particolare da parte del Sindaco che ha affermato essere del tutto fuori luogo l'accusa di Isola delle Femmine come paese ad alta influenza mafiosa. Il Sindaco si è chiuso in un religioso silenzio per quanto riguarda la la vicenda  Italcementi e la sua azione inquinante e dannosa per la salute dei Cittadini di Isola delle Femmine. 

Insomma il tutto per il Sindaco è stata una ulteriore occasione per una passerella con tarallucci vino e fotografie 


Pino Ciampolillo

  

Monday, August 06, 2007







Sommario giorno 6 e giorno 7 agosto 2007
Intervista Rubino
I perchè delle dimissioni
Scomparsa di Antonio Maiorana e suo figlio
Giorno 7 Agosto
Servizio scomparsa amministratore Calliope
Intervista Portobello (eppur si punzecchiano)
Appello alla legalità
Affair Calliope

CHIESTE LE DIMISSIONI DEL SINDACO PORTOBELLO E DELLA SUA GIUNTA.

DOPO CHE L'OPPOSIZIONE SI E' ASSUNTA L'ONERE DI APPROVARE
IL BILANCIO IL PIANO REGOLATORE DEL PORTO IL PIANO REGOLATORE GENERALE e..e..e...... DOPO CHE IL GRUPPO "ISOLA PER TUTTI" HA PERSO LA MAGGIORANZA

NONOSTANTE LA POLITICA CLIENTELARE DELL'ATTUALE ESECUTIVO;

NONOSTANTE LA MESSA IN PALIO DI POLTRONE E POLTRONCINE;

NONOSTANTE LICENZE E QUANT'ALTRO;

NONOSTANTE LA GESTIONE DELLE RISORSE A COME VOGLIO IO;

NONOSTANTE L'AUMENTO DELLE DISPONIBILITA' FINANZIARIE PER SINDACO E ASSESSORI;

NONOSTANTE LA VICENDA PER LA COSTRUZIONE DEI CINQUANTA APPARTAMENTI DELLA COOPERATIVA DELLA CALLIOPE SU UN TERRENO LA CUI DESTINAZIONE D'USO ERA VERDE AGRICOLO( e su cui in maniera scientifica è stato pianificato l'intervento del Commissario ad Acta per il cambio di destinazione d'uso);

NONOSTANTE LE RETICENZE SULLA ITALCEMENTI, A UN CERTO PUNTO NON SI CAPIVA PIU' DOVE VOLEVATE METTERE LA NUOVA TORRE;

NONOSTANTE LE MANCATE RISPOSTE SULLA SEGNALAZIONE DELL'ARPA SUI PREOCCUPANTI DATI DI INQUINAMENTO ATMOSFERICO AD ISOLA DELLE FEMMINE(Lei medesimo se ne è fatto portovace anche se su un palcoscenico lontano da Isola ovvero a Capaci puchè lontano da orecchie indiscrete);

NONOSTANTE IL SUO FREGARSENE DELLE SOLLECITAZIONI CHE LE SONO PERVENUTE DAI RESIDENTI DELLA LOTTIZZAZIONE LO BIANCO SULL'INQUINAMENTO ACUSTICO PRODOTTO DALLA CEMENTERIA (è vero sono solo palermitani come dice Lei. A pensare che una volta dicevate sono solo Pescatori, per significare che non bisogna stare dietro a questi personaggi. Quindi per Lei ma non solo per Lei mi rendo conto. Quindi diciamo per la sua BAND: chiunque osi esprimere il suo pensiero a seconda delle circostanze diventa o Estraneo o Pescatore);
Un solo suggerimento ci sentiamo di farVi: RicordateVi Signori che non si può parlare di Isola delle Femmine se non parlando dei Pescatori.

I PESCATORI RAPPRESENTANO LA STORIA DI ISOLA DELLE FEMMINE UNA STORIA CHE VA SALVAGUARDATA E DIFESA IN MANIERA STRENUA E DECISA E NON SOLTANTO A cunbenienza


NONOSTANTE LA DELIBERA DI GIUNTA 69 AD HOC PER ASSUMERE I DUE CONSULENTI AVENTI CON IL COMUNE UN RAPPORTO DI LAVORO PROFESSIONALE EDIN CONTEMPORANEA SVOLGONO IN PROPRIO ATTIVITA' PROFESSIONALE (vedasi partita IVA e iscrizione Albi per poter rilasciare regolari fatture);


NONOSTANTE LE SPESE AFFRONTATE PER L'ENORME NUMERO DEI CONSULENTI DEL SINDACO;

NONOSTANTE L'ABUSO DI POTERE ESERCITATO NELL'EMETTERE ATTI DI GETIONE AMMINISTRATIVA (potremmo fare l'esempio della determina n 18);

NONOSTANTE LA REVOCA DELLA LICENZA DELLA CANTIERIZZAZIONE DEL RADDOPPIO FERROVIARIO;

NONOSTANTE LA CONCESSIONE REVOCA E RICONCESSIONE DELLA LICENZA SARACEN;

NONOSTANTE LA DELIBERA PER IL RINNOVO DELLE CONCESSIONI DELLE AREE CIMITERIALI;

NONOSTANTE LA POCA CHIAREZZA SULLA GESTIONE DEI LOCULI CIMITERIALI (purtroppo ne abbiamo fatto esperienza solo recentemente nostro malgrado.
PER LEI SIGNOR SINDACO NON VI ERA UN POSTO LIBERO!
MA DICIAMO VERO!
Creda Signor Sindaco , non se ne vuole fare assolutamente una speculazione politica, ma pensiamo che a tutto vi è un LIMITE.
Sarebbe importante se ognuno di noi riconoscesse il proprio limite.
GRAZIE e scusi non interpreti questo come rabbia.
NOI ABBIAMO VISSUTA QUESTA VICENDA COME SOFFERENZA.
UNA SOFFERENZA CHE HA FERITO LE NOSTRE INTELLIGENZE E I NOSTRI CUORI);

NONOSTANTE LE RETICENZE SULL'ANTENNA WIND SHEAR;

NONOSTANTE GARE E APPALTI ROCCAMBOLESCHE....:

PROBABILMENTE SIGNORI AMMINISTRATORI DOVRESTE CHIEDERVI: "TUTTI QUESTI NONOSTANTE QUALE IMMAGINE HANNO CREATO DI NOI NEI CITTADINI"

ANTONIO DE CURTIS IN ARTE TOTO' AVREBBE RISPOSTO: "MA QUESTI SI SON FATTI I CACCHIII
LORO"


TUTTO CIO' GENTILISSIMI SIGNORI HA PORTATO LE PERSONE I CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE A FORMARSI UN'OPINIONE SUL VOSTRO OPERATO ED IN PARTE (ma solo in parte) IL RISCONTRO SIGNORI AMMINISTRATORI
SIGNOR AIELLO,
SIGNOR PROF PORTOBELLO,
SIGNOR IMPASTATO,
SIGNOR LO PICCOLO,
SIGNOR BELLONE,
SIGNORA CUTINO,
SIGNOR GIUCASTRO,
DOTTOR CUTINO,
DOTTOR RISO,
DOTTOR LUCIDO,
DOTTORESSA RISO;

IN UN NOSTRO SONDAGGIO DI CIRCA UN MESE SI LEGGE CHE SU SETTECENTOCINQUANTASEI PERSONE CHE HANNO ESPRESSO UN GIUDIZIO SULL'ESECUTIVO PORTOBELLO,
713 DICASI SETTECENTO TREDICI PERSONE DANNO UN GIUDIZIO DEL TUTTO NEGATIVO.

FORSE A ISOLA E' TORNATA LA POLITICA SIGNOR SINDACO PORTOBELLO
QUINDI IL CONFRONTO
QUINDI LA DEMOCRAZIA
QUINDI LA LEGALITA'
QUINDI LA TRASPARENZA
ECCO PERCHE' DICIAMO LA PASSERELLA E' FINITA

DIMISSIONI SUBITO SENZA SE E SENZA MA!

Comitato Cittadino Isola Pulita
http://isolapulita.blogspot.com/2007/08/lintervista-di-rubino-al-440minuto.html



Caricato da isolapulita



Comitato Cittadino Isola Pulita
www.isolapulita.it


ULTIMISSIME
Antonio Maiorana e il figlio Stefano si erano allontanati venerdì dal cantiere dell'uomo
I familiari hanno dato l'allarme. Il veicolo era nel parcheggio del Falcone-Borsellino
Palermo, scomparsi un imprenditore e il figlio
L'auto è stata ritrovata vicino all'aeroporto


Antonio Maiorana
PALERMO - Denunciata a Palermo la scomparsa di un imprenditore edile, Antonio Maiorana e del figlio Stefano. L'uomo, 47 anni, stava svolgendo lavori in una cooperativa immobiliare a Isola delle Femmine (LA CALLIOPE). A presentare la denuncia ai carabinieri sono stati i familiari. Maiorana venerdì scorso si è allontanato dal cantiere con il figlio dicendo che sarebbe ritornati dopo un breve tempo. Ma i due non hanno più dato notizie. L'autovettura è stata ritrovata dai carabinieri regolarmente chiusa a chiave, nel parcheggio dell'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo.

Al momento non si esclude alcuna ipotesi. I familiari di Maiorana sono già stati interrogati dai carabinieri. Gli inquirenti hanno effettuato ricerche su liste d'imbarco passeggeri e nell'intera zona senza alcun esito e stanno passando al setaccio ogni elemento legato all'imprenditore e al proprio figlio, uno studente universitario che saltuariamente aiutava il padre nella sua attività.

Dagli accertamenti dei carabinieri sia l'imprenditore che il figlio scomparso sono incensurati. Nel 1980 Antonio Maiorana era stato in società con Francesco Paolo Alamia. I due avevano costituito la Progea S.C.R.L., impresa edile. Alamia, che è stato anche assessore comunale a Palermo, era tra i soci della immobiliare Inim insieme a Filippo Alberto Rapisarda.

Gli investigatori, coordinati dal pm Gaetano Paci, sarebbero portati ad escludere che la scomparsa sia da mettere in collegamento con la criminalità organizzata. Scartato anche qualunque problema economico o dissapore familiare.

(6 agosto 2007)
http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/cronaca/rapiti-palermo/rapiti-palermo/rapiti-palermo.html

ISOLA 7 AGOSTO 2007


ULTIMISSIME
Antonio Maiorana e il figlio Stefano si erano allontanati venerdì dal cantiere dell'uomo
I familiari hanno dato l'allarme. Il veicolo era nel parcheggio del Falcone-Borsellino
Palermo, scomparsi un imprenditore e il figlio
L'auto è stata ritrovata vicino all'aeroporto


Antonio Maiorana
PALERMO - Denunciata a Palermo la scomparsa di un imprenditore edile, Antonio Maiorana e del figlio Stefano. L'uomo, 47 anni, stava svolgendo lavori in una cooperativa immobiliare a Isola delle Femmine (LA CALLIOPE). A presentare la denuncia ai carabinieri sono stati i familiari. Maiorana venerdì scorso si è allontanato dal cantiere con il figlio dicendo che sarebbe ritornati dopo un breve tempo. Ma i due non hanno più dato notizie. L'autovettura è stata ritrovata dai carabinieri regolarmente chiusa a chiave, nel parcheggio dell'aeroporto Falcone-Borsellino di Palermo.

Al momento non si esclude alcuna ipotesi. I familiari di Maiorana sono già stati interrogati dai carabinieri. Gli inquirenti hanno effettuato ricerche su liste d'imbarco passeggeri e nell'intera zona senza alcun esito e stanno passando al setaccio ogni elemento legato all'imprenditore e al proprio figlio, uno studente universitario che saltuariamente aiutava il padre nella sua attività.

Dagli accertamenti dei carabinieri sia l'imprenditore che il figlio scomparso sono incensurati. Nel 1980 Antonio Maiorana era stato in società con Francesco Paolo Alamia. I due avevano costituito la Progea S.C.R.L., impresa edile. Alamia, che è stato anche assessore comunale a Palermo, era tra i soci della immobiliare Inim insieme a Filippo Alberto Rapisarda.

Gli investigatori, coordinati dal pm Gaetano Paci, sarebbero portati ad escludere che la scomparsa sia da mettere in collegamento con la criminalità organizzata. Scartato anche qualunque problema economico o dissapore familiare.

(6 agosto 2007)
http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/cronaca/rapiti-palermo/rapiti-palermo/rapiti-palermo.html
ANTONIO E STEFANO MAIORANA SCOMPARSI DA ISOLA
Isola delle Femmine 8.8.08
Anonio e Stefano Maiorana sono scomparsi ormai da Venerdì scorso, l’ultima volta sono stati visti allontanarsi dal cantiere della Calliope un cantiere per la costruzione di 50 appartamenti a Isola delle Femmine località alle porte di Palermo
Isola delle Femmine Il Sindaco polemizza sul niente mentre succede che l'Amministratore della Calliope s.r.l. con suo figlio scompare misteriosamente. La Cooperativa edilizia Calliope ha costruito 50 alloggi nel nostro Comune su un'area destinata a verde agricolo. Con una strategia risultata vincente il Programma costruttivo è stato fatto approvare dal Commissario ad Acta con delibera 48 del 24.9.2003. Complimenti! MENTRE IL SINDACO PROF PORTOBELLO PARLA PARLA PARLA PARLA DI P.R.G., I FATTI DI CRONACA RIPORTANO ISOLA DELLE FEMMINE AL CENTRO DI AZIONI DAI RISVOLTI INQUIETANITI PER LE INFILTRAZIONI NELLA VITA POLITICA AMMINISTRATIVA CHE POTREBBERO PREFIGURARSI. La polemica ancora una volta è sulla destinazione d’uso delle aree cioè stabilire quali aree destinare a “pubblica utilità” , dove possono o meno costruire o destinare a verde, a parcheggio…..e ciò va benissimo. La nostra riflessione ci porta a dire ma queste regole esistevano già anche prima dell’adozione del Piano regolatore ( 2007) perché non sono state rispettate? La domanda seguente può essere: fino a che punto non siano strumentali tutte queste polemiche, forse e per non vedere la barca è in fase di affondamento? Con la misteriosa scomparsa del socio dell’azienda edile s.r.l. la Calliope , ritorna, in maniera alquanto preoccupante per la vita democratica delle istituzioni, la polemica che ha animato il Consiglio Comunale di Isola delle Femmine qualche anno addietro. Noi sappiamo, che la provvisoria chiusura di ogni polemica fu la nomina di un commissario ad acta, che riuscì a trasformare un terreno da verde agricolo senza nessuna possibilità di edificazione, in area edificabile di edilizia cooperativistico. Il business fu abbastanza rilevante si parlò per le cifre di allora di circa 25.000.000.000miliardi! Di qui l’interesse della magistratura e le preoccupazioni che legittimamente e in maniera responsabile devono essere seriamente attenzionate da parte della pubblica amministrazione dai cittadini e dalle organizzazioni sindacali imprenditoriali e commerciali.

COOPERATIVA LA CALLIOPE DA AREA A VERDE A AREA EDIFICABILE NOMINA COMMISSARIO AD ACTA DELIBERA 48 DEL SETTEMBRE 2003.

Il Consiglio Comunale che deve prendere atto della delibera commissariale, rileva che all’ordine del giorno manca
a)il decreto di nomina del Commissario
b) i verbali della Commissione Edilizia che avrebbe dovuto trattare il progetto costruttivo con le relative varianti.

Il Decreto Assessorato T e A n 142 dell’10.2.03 nominato Commissario ad Acta il funzionario dipendente dell’assessorato dr. Mario Megna.
Il decreto di nomina prevedeva che il Commissario potesse sostituirsi oltre che alla G.M. al C.C., QUALORA QUESTI NON SI FOSSE ESPRESSO ENTRO IL TERMINE DI 45 GIORNI DALLA TRASMISSIONE DELLA PROPOSTA DI DELIBERA A CURA DEL DETTO FUNZIONARIO REGIONALE.

Il decreto viene trasmesso al Presidente del Consiglio Comunale ( Erasmo Cataldo) in data 8.8.03, con lettera prot 11643, con l’avvertenza a proposito dei n45 giorni senza che l’organo consiliare si fosse espresso. In data 19.9.03 con lettera prot 13353 il Sindaco Stefano Bologna richiedeva la convocazione del CC ai sensi dell’art 14 c. 6 del regolamento dei lavori consiliari per la trattazione di 5 argomenti, tra i quali NON figura l’approvazione del programma costruttivo.
Lo stesso giorno con lettera prot 13361 il Presidente del Consiglio Erasmo Cataldo convocava in sessione ordinaria per il giorno 29.9.03 specificando la richiesta sindacale, il consesso comunale; ai cinque argomenti richiesti dal Sindaco Stefano Bologna, il Presidente del Consiglio Erasmo Cataldo aggiungeva altro punto da discutere ovvero “Approvazione programma costruttivo per la realizzazione di n 50 alloggi proposto dalla ditta immobiliare CALLIOPE s.r.l. e SA.BA s.r.l. ai sensi dell’art 25 della L.R. 22/96”.
In data 24.9.03 Il Comissario ad Acta Dr. Megna Mario sostituendosi al C.C. adottava la delibera di approvazione del programma costruttivo. In data 30.9.09 in seduta di prosecuzione rispetto al giorno di convocazione del consesso su istanza sindacale e su disposizione del Presidente del Consiglio con delibera 56 era affrontata la discussione in merito all’adozione della delibera commissariale. In data 6.10.03 prot 14105 il Presidente del Consiglio in quanto assente in sede di discussione tenutasi il 30.9.03 significava a tutti i consiglieri, all’Assessore Regionale al territorio e dell’Ambiente, al commissario deliberante ed al Sindaco, come non abbia ritenuto di procedere alla convocazione d’urgenza, rispetto al termine diffidatorio di 45 giorni del decreto assessoriale: ciò a suo dire in quanto presumeva come la convocazione a sua firma, seppure tardiva rispetto allo spirare certo dei termini di cui al decreto, fosse sufficiente ad impedire al commissario ad acta di procedere autonomamente secondo il suo atto di incarico.
Nella sua missiva il Presidente del Consiglio faceva presente come della nota-diffida commissariale egli ne abbia avuta conoscenza soltanto in occasione della convocazione del consiglio comunale (in data 19.9.03).
In data 20.10.03 prot 14781 il Presidente Erasmo Cataldo disponeva al Segretario Comunale l’avvio di un’indagine interna, con lo scopo di accertare i motivi per cui detto organo non fosse stato reso edotto della nota-diffida commissariale. In data 21.10.03 prot 14780 il Presidente Erasmo Cataldo invitava il Sindaco a conferire ad un legale per valutare la legittimità dell’operato del Commissario ad Acta. Con lettera prot 14781 datata 27.10.03 il Segretario Comunale dr Scafidi Manlio rispondeva alla nota del P. del C. scongiurando il sospetto di occultamenti o smarrimenti, con riferimento alla predetta nota commissariale, la quale sarebbe stata depositata in segreteria, nonché nel fascicolo degli atti da sottoporre all’esame del consiglio Comunale.
Risulta essere alquanto poco formale la procedura di trasmettere una nota-diffida di particolare rilevanza senza ricorrere al messo comunale o ad altra forma di notifica; dalla certezza circa la ricezione ne discende difatti l’autorità a sostituirsi all’organo inadempiente; in caso contrario, sarebbero svuotati di significato i commi 4.5.6. dellart 15 del vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale.
L’ATTO-DIFFIDA del commissario operando un restringimento, od un’estinzione od ancora una limitazione delle facoltà del destinatario (consiglio comunale), possa essere ricompresso tra gli atti recettivi, quindi soggetti a consegna-notifica secondo il relativo istituto; ciò anche in analogia a quanto previsto dall’art 15 comma 4 del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale; tale precisazione, però parrebbe essere più contestabile al SEGRETARIO COMUNALE, che al commissario, in quanto, avrebbe dovuto essere diligenza del primo assistere il funzionario regionale nel proprio compito, a fortori se viene precisato come lo scrivente, contattato l’ufficio che cura, presso l’ARTA” tali provvedimenti commissariali, quest’ultimo ha, per voce di un funzionario, come non costituirebbe prassi, quella di operare le diffide, come quella di che si discorre, a mezzo di notifica formale.
A norma dell’art 12 comma 4 del regolamento il Segretario Comunale, avrebbe dovuto informare il sostituto del Presidente del Consiglio Comunale., dell’incombenza contingente; ciò in particolare modo, all’approssimarsi della scadenza imposta dalla nota commissariale, ancorché non notificata a mezzo messo.
Il Presidente del Consiglio, allorquando avuta notizia della nota commissariale, avrebbe dovuto convocare il consesso comunale in seduta straordinaria, ai sensi dell’art 14 comma 7 del regolamento, avendone ancora alla data di convocazione del CC i tempi per la convocazione in via d’urgenza.
Appare sterile se non demagogica la lettera datata 21.10.03 prot 14780 il Presidente Erasmo Cataldo nella quale invitava il Sindaco a conferire ad un legale per valutare la legittimità dell’operato del Commissario ad Acta, non avendo egli P. del C. alcuna potestà nei confronti del primo cittadino.
Il Consiglio Comunale si pronunciò negativamente bocciando la proposta di delibera, il Commissario non avrebbe potuto proceder in senso contrario, delineando tale esplicitato ora formulato, ipotesi di responsabilità ancora maggiori per coloro i quali hanno fatto si che il consesso comunale non abbia avuto ad esprimersi.
Tale precisazione appare non residuale, in presenza della circostanza seguente: il consesso comunale, già in data 1.2.01 giusta delibera 9 aveva deliberato bocciando la relativa proposta
Del Programma Costruttivo in argomento.
Comitato Cittadino Isola Pulita
http://www.isolapulita.it


Caricato da isolapulita




MENTRE IL SINDACO PROF PORTOBELLO PARLA PARLA PARLA PARLA DI P.R.G., I FATTI DI CRONACA RIPORTANO ISOLA DELLE FEMMINE AL CENTRO DI AZIONI DAI RISVOLTI INQUIETANITI PER LE INFILTRAZIONI NELLA VITA POLITICA AMMINISTRATIVA CHE POTREBBERO PREFIGURARSI.
La polemica ancora una volta è sulla destinazione d’uso delle aree cioè stabilire quali aree destinare a “pubblica utilità” , dove possono o meno costruire o destinare a verde, a parcheggio…..e ciò va benissimo.
La nostra riflessione ci porta a dire ma queste regole esistevano già anche prima dell’adozione del Piano regolatore ( 2007) perché non sono state rispettate?
La domanda seguente può essere: fino a che punto non siano strumentali tutte queste polemiche, forse e per non vedere la barca è in fase di affondamento?
Con la misteriosa scomparsa del socio dell’azienda edile s.r.l. la Calliope , ritorna, in maniera alquanto preoccupante per la vita democratica delle istituzioni, la polemica che ha animato il Consiglio Comunale di Isola delle Femmine qualche anno addietro.
Noi sappiamo, che la provvisoria chiusura di ogni polemica fu la nomina di un commissario ad acta, che riuscì a trasformare un terreno da verde agricolo senza nessuna possibilità di edificazione, in area edificabile di edilizia cooperativistico.
Il business fu abbastanza rilevante si parlò per le cifre di allora di circa 25.000.000.000miliardi!
Di qui l’interesse della magistratura e le preoccupazioni che legittimamente e in maniera responsabile devono essere seriamente attenzionate da parte della pubblica amministrazione dai cittadini e dalle organizzazioni sindacali imprenditoriali e commerciali.


L’AFFAIR GALLIOPE s.r.l.. E SA.BA. s.r.l.
LOTTO DI TERRENO DISTINTO IN CATASTO AL FOGLIO 3 PARTICELLE 179,178 43, 36, 54 ,515, 516, 517, 518, 177, 181, 142, 315 E 179 IN QUOTA PARTE (mq 1.047,38) RICADE ENTRO LA FASCIA DEI 500 METRI DI DISTANZA DALLA BATTIGIA DEL MARE. Comune di Isola delle Femmine.
L’ing Gioacchino Lascari ha provveduto alla esecuzioni delle misurazioni per conto della Callliope s.r.l.e SA.BA. s.r.l.
Non Sappiamo se si tratta di un caso di omonimia con un Ingegnere Lascari Gioacchino (nato a Piana degli Albanesi il 4.10.55) di Piana degli Albanesi facente parte della Commissione Edilizia di Piana degli Albanesi.
http://gazzette.comune.jesi.an.it/2003/85/40.htm
Lo Cicero Maria Antonia rappresentante della Immobiliare Calliope s.r.l.
Con prot 1837 Comune Isola viene presentata istanza per programma costruttivo di 76 alloggi.
In data 29.12.2000 viene protocollato con il n 15410 una nuova istanza per la costruzione di 72 alloggi.
In data b1.2.2001 viene respinta da parte del Consiglio Comunale l’approvazione del Programma costruttivo.
In data 16.9.2002 la SA.BA. s.r.l. e la Calliope s.r.l. ripresentano la richiesta di costruzione di per realizzare 72 alloggi il protocolo del comune di Isola è il n 10337;
In data 18.4.2003 con prot comune di Isola n 5629 le imprese Il programma di Costruzione redatti dall’Ing Lascari Gioacchino prevede la realizzazione di 52 alloggi;
Nella seduta del 27.5.03 della Commissione Edilizia del Comune di Isola si esprime parere negativo sul progetto;
In data 17.7.03 la Commissione Edilizia Comunale di isola esprime parere favorevole per 50 alloggi vista anche la perizia giurata del progettista in data 16.7.03 e nota prot 10476 17.7.03

DESTINAZIONE D’USO INIZIALE VERDE AGRICOLO superficie estesa mq. 13.627 volume pari a 28.414,14 densità territoriale mc/mq 2,08.
DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO AD ACTA (DR. MARIO MANTEGNA) N 48 DEL 24.9.2003 CHE APPROVA LA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELL’U.T.C. ARCH GIANBRUNO

Comitato Cittadino Isola Pulita

NORME DI DEONTOLOGIA PROFESSIONALE ORDINE DEGLI ARCHITETTI
DELIBERA 20 DICEMBRE 2006
Premessa
Il paesaggio, il territorio e l’architettura sono espressione culturale essenziale dell'identità storica in ogni Paese.
L'architettura si fonda su un insieme di valori etici ed estetici che ne formano la qualità e contribuisce, in larga misura, a determinare le condizioni di vita dell'uomo e non può essere ridotta a un mero fatto commerciale regolato solo da criteri quantitativi. L’opera di architettura, ed in genere le trasformazioni fisiche del territori, tendono a sopravvivere al loro ideatore, al loro costruttore, al loro proprietario e ai loro originari utenti. Per questi motivi sono di interesse generale e costituiscono un patrimonio della Comunità.
La tutela di questo interesse è uno degli scopi primari dell'opera progettuale e costituisce fondamento etico della professione.
La società ha dunque interesse a garantire un contesto nel quale l'Architettura possa essere espressa al meglio, favorendo la formazione della coscienza civile dei suoi valori e la partecipazione dei cittadini alle decisioni concernenti i loro interessi; gli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori iscritti alle diverse sezioni dell’albo hanno il dovere, nel rispetto dell'interesse presente e futuro della società, di attenersi al fondamento etico proprio della loro disciplina.
Gli “atti progettuali” rispondono all'esigenza dei singoli cittadini e delle comunità di definire e migliorare il loro ambiente individuale, familiare e collettivo, di tutelare e valorizzare il patrimonio di risorse naturali, culturali ed economiche del territorio, adottando, nella realizzazione della singola opera e di ogni trasformazione fisica del territorio, le soluzioni tecniche e formali più adeguate ad assicurarne il massimo di qualità e durata, e il benessere fisico ed emozionale dei suoi utenti Le norme di etica professionale che seguono sono l'emanazione di questo assunto fondamentale che appartiene alla formazione intellettuale di ogni professionista iscritto all’albo degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, d’ora in avanti chiamato per brevità “iscritto”. Esse completano, nell'ambito delle leggi vigenti, le Norme per l'esercizio e l'ordinamento della Professione.
http://www.architettipalermo.it/deontologia.php?parent=Deontologia%20e%20norme%20di%20categoria

http://isolapulita.splinder.com/