CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Tuesday, July 24, 2007

ISOLA DELLE FEMMINE DICE NO ALL'ANTENNA RADAR WIND SHEAR





AL VIA LA PETIZIONE PER DIRE NO SENZA SI! E SENZA MA!

I CITTTADINI DI ISOLA NON VOGLIONO L'ANTENNA CHE EMANA RADIAZIONI ELETTROMAGNETICHE PER UN RAGGIO DI 2 Km.
Servizio a....2,00

BERTOLINO SCOPERTA LA PIU' GRANDE DISCARICA D'EUROPA
servizio a......25,55

ANCHE a ISOLA delle FEMMINE inquinamento elettromagnetico delle antenne.

IL GIORNO 20 di DEL MESE DI DICEMBRE DEL 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE DI ISOLA DELLE FEMMINE IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AMBIENTE DR CUTINO INFORMA CHE L’ENAV HA PRESENTATO UN PROGETTO PER L’INSTALLAZIONE, NELL’EX CASERMA NATO, DI UN RADAR ANTENNA WIND SHEAR PER LA RILEVAZIONE DEI VENTI.

LA COSTRUZIONE ALL’ENTRATA DEL NOSTRO PAESE CONSISTENTE DI UN TRALICCIO ALTO OLTRE I 30 METRI ESSENDO UN RADAR AD ALTISSIMA FREQUENZA SPRIGIONA ONDE ELETTROMAGNETICHE CON UN RAGGIO DI 360 GRADI CHEATTRAVERSEREBBE TUTTO IL PAESE AD UN’ALTEZZA DI 20 METRI E PER UN RAGGIO DI QUASI 2 KM.

LE EMISSIONI ELETTROMAGNETICHE CHE SONO ALTAMENTE INQUINANTI E CHE INVESTIREBBERO LA GRAN PARTE DEL PAESE E DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE. SAREBBE PREGIUDIZIEVOLE ALLA PUBBLICA INCOLUMITA’.

DANNOSA ALLA SALUTE UMANA.

NON ALL’ANTENNA SI ALLA SALUTE.



L’AREA SU CUI SI INTENDE INSTALLARE L’ANTENNA FA PARTE DI UN VASTO PROGETTO PER LA COSTITUZIONE DELLA PIU' GRANDE CITTA' DELLA SCIENZA D'EUROPA PER LO STUDIO E LA TUTELA DELLA FLORA E DELLA FAUNA DEL MEDITERANEO.

L’INTERA AREA E’ STATA RICONOSCIUTA DALLA COMUNITA' EUROPEA DI GRANDE IMPORTANZA DI TUTELA AMBIENTALE (Capo Gallo, Riserva marina, Fondali Di Isola delle Femmine…..)
C’E’ DA PREECISARE CHE ESENDO ALL’INTERNO DEI 150 METRI DAL MARE VI è UN VINCOLO DI INEDIFICABILITA’.



IL CONSIGLIO COMUNALE LA SCORSA SETTIMANA HA VOTATO ALL’UNANIMITA’ UNA MOZIONE IN CUI SI ESPRIMEVA LA DECISIONE DI UN NETTO RIFIUTO AL PROGETTO DELL’INSTALLAZIONE DELL’ANTENNA A ISOLA DELLE FEMMINE.

ALLA CONFERENZA TENUTASI A PALAZZO D’ORLEANS IL SINDACO PORTOBELLO DOVEVA FARSI PORTAVOCE DELLA FERMA VOLONTA’ DEL CONSIGLIO COMUNALE.

NO ALL’ANTENNA SENZA SI E SENZA MA!

LA NOSTRA IMPRESSIONE CHE ABBIA PREVALSO LA POSIZIONE:
POSSIAMO PARLARNE!


INTANTO INCARICHIAMO UN CONSULENTE………………Bla Bla Bla Bla Bla Bla....................

I CITTADINI DI ISOLA SI SONO ORGANIZZATI ED HANNO PROMOSSO UNA PETIZIONE POPOLARE CHE E’ PARTITA DOMENICA CON UNA PRIMA RACCOLTA DI FIRME IN PIAZZA E CHE CONTINUERA’ NEI PROSSIMI GIORNI.


VI E’ LA NECESSITA’ DI COSTITUIRE UN COMITATO CITTADINO CHE ATTRAVERSO LO STRUMENTO DELLA PARTECIPAZIONE ESPRIMA IL SUO NO ALL’ANTENNA ED UN SI ALLA SALUTE.

Dopo l’inquinamento della scaosa estate (dicono dell’ALGA TOSSICA);

Dopo l’inquinamento acustico, inquinamento dell'aria della Italcementi;

dopo il ritrovamento di alcune discariche a cielo aperto nel nostro paese, per non parlare delle tante aree (sino ad oggi se ne contano almeno 17) abbandonate e che fungono anch’esse da discariche pubbliche;

per non parlare dell’immondizia che inonda ogni angolo del nostro paese.


L’inquinamento da onde elettromagnetiche a Isola delle Femmine sta diventando di portata sempre maggiore, infatti le antenne sui tetti del nostro paese sono aumentate e continuano ad aumentare; di conseguenza sono aumentati i pericoli per la salute dei cittadini, tanto da essere ormai una aggressione quasi selvaggia.

In Paese siamo ormai assediati da antenne di radiofonia mobile, i vari gestori hanno installato ormai NOVE antenne ed in itinere da installare vi è il progetto dell'antenna per la rilevazione dello scirocco da posizionare alla ex caserma NATO.

La corsa alle installazioni di antenne continua e sembra non voler rallentare.
Oggi il problema si pone per una antenna che dovrà essere posta sul sito della ex caserma NATO.


Come sempre non appena trapela qualche notizia, ai cittadini preoccupati delle conseguenze di IMPATTO Ambientale e di INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO, NULLA VIENE ACCENNATO E ANZI SI TENTA O DI NEGARE E QUANDO NON SI RIESCE SI MINIMIZZA LE CONSEGUENZE SULLA SALUTE UMANA .

Sulla Scorta di quanto avvenuto a Partinico pensiamo sia importante riunirsi in comitato con l’intento di intraprendere una battaglia di legalità e di salute come hanno dimostrato i CITTADINI di Partinico supportati dalla campagna informativa portata avanti sul sito www.libera-mente.it.

Pensiamo sia giunto il momento che la parte attiva dei Cittadini Isolani debba chiedere alle autorità preposte al presidio del Territorio ed alla salute umana:

-Costante e precisa informazione alla cittadinanza in materia di installazione, (non vorremmo sentirci dire è troppo tardi, non è più possibile tornare indietro);

-sistemi di monitoraggio sulla distribuzione dei campi elettrici in paese per verificare se vi sono dei punti in cui si superano i limiti stabiliti per legge;

-elaborazione di un programma territoriale periodico delle Installazioni;

-integrazione alle norme tecniche di attuazione del Piano regolatore Generale per la realizzazione degli impianti di telefonia cellulare.

Comitato Cittadino Isola Pulita




Isola 13 luglio prot 8144

Alla Presidente del Consiglio Comunale
Isola delle Femmine
Al Capo Gruppo “Insieme Isola delle Femmine”
Al Capo Gruppo “Isola per Tutti”
Al Capo Gruppo “Isola Democratica”

Oggetto: Richiesta audizione in Consiglio Comunale, del 16.7.07, in merito al progetto di installazione dell’antenna radar “wind-shear”

Il sottoscritto Giuseppe Ciampolillo nella qualità di rappresentante legale del Comitato Cittadino Isola Pulita sezione Legambiente, chiede di essere convocato in audizione presso il Consiglio Comunale per intervenire in merito al posizionamento dell’antenna radar “wind-shear” su territorio del Comune di Isola delle Femmine.
Si rappresenta che tale richiesta è determinata dal fatto che questo Consiglio Comunale ha già espresso parere negativo per il posizionamento di codesta struttura.



Giuseppe Ciampolillo
Via Sciascia 13
90040 Isola delle Femmine PA



Isola delle Femmine 24 .7.07
PROTOCOLLO n°8635 del 24.7.07

Al Sig. Arch D’arpa Responsabile dell’U.T.C del Comune di Isola delle Femmine
Per il tramite del Segretario Comunale Comune di Isola delle Femmine
E p.c. Al Sig Sindaco del Comune di Isola delle Femmine fax 0918677098
E p.c. Assessorato Reg.le Autonomie Locali Dirigente Generale Via Trinacria 34 Palermo
Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine
Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare INSIEME
Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA DEMOCRATICA
Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA PER TUTTI


Oggetto: Responsabile Unico del Procedimento: recinzione stadio comunale e degli spogliatoi

Il sottoscritto Giuseppe Ciampolillo nella qualità di Presidente del Comitato “Isola Pulita” per la difesa dell’ambiente, residente a Isola delle Femmine in via Sciascia 13, personalmente interessato alla tutela e al rispetto della norme relative all’ambiente, chiede di conoscere per iscritto il nominativo del Responsabile Unico del Procedimento relativo ai “lavori di recinzione dello stadio comunale e degli annessi locali spogliatoi nel Comune di isola delle Femmine” Dagli atti pubblici di nostra conoscenza risulta che il progetto è stato redatto dall’Arch D’arpa Sandro Consulente del Sindaco e l’incarico di DIRETTORE dei LAVORI è stato affidato dall’Arch D’Arpa Sandro all’Arch D’Arpa Sandro.
La richiesta in ottemperanza di dispositivi di Leggi (241/90*), 2119/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 settembre 1998, L.R. 10/91 e dello Statuto Comunale in vigore nel Nostro Comune.
Resto in attesa di cenno di riscontro, nelle forme con le modalità e nei tempi previsti dai dispositivi di legge.

Per il Comitato Cittadino Isola Pulita Sezione Legambiente Palermo
Giuseppe Ciampolillo
Via Sciascia 13
90040 Isola delle Femmine




Isola delle Femmine 24 Luglio 2007
PROTOCOLLO n° 8636 del 24.7.07

Al Sig. Arch D’arpa Responsabile dell’U.T.C del Comune di Isola delle Femmine
Per il tramite del Segretario Comunale Comune di Isola delle Femmine
E p.c. Al Sig Sindaco del Comune di Isola delle Femmine fax 0918677098
E p.c. Assessorato Reg.le Autonomie Locali Dirigente Generale Via Trinacria 34 Palermo
Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Isola delle Femmine
Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare INSIEME
Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA DEMOCRATICA
Al Sig. Capo del Gruppo Consiliare ISOLA PER TUTTI


Oggetto: Richiesta atti riferentesi al Piano Assetto Idrogeologico Comune Isola delle Femmine Il sottoscritto Giuseppe Ciampolillo nella qualità di Presidente del Comitato “Isola Pulita” per la difesa dell’ambiente, residente a Isola delle Femmine in via Sciascia 13, personalmente interessato alla tutela e al rispetto della norme relative all’ambiente, chiede di poter esercitare l’accesso agli atti ed estrarne copia ai sensi della Legge 10/’91 e relativo regolamento di esecuzione del Piano Assetto Idrogeologico riguardante il Nostro Comune di Isola delle Femmine.
Copia di cui si fa richiesta:
- elenco dei dissesti;
- carta dell'uso del suolo ;
- carta litologica;
- carta dei dissesti;
- carta della pericolosità e del rischio geomorfologico;
- carte della pericolosità idraulica ;
- carte del rischio idraulico.
La richiesta in ottemperanza di dispositivi di Leggi (241/90*), 2119/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 settembre 1998, L.R. 10/91 e dello Statuto Comunale in vigore nel Nostro Comune.
Resto in attesa di cenno di riscontro, nelle forme con le modalità e nei tempi previsti dai dispositivi di legge.

Per il Comitato Cittadino Isola Pulita Sezione Legambiente Palermo
Giuseppe Ciampolillo
Via Sciascia 13
90040 Isola delle Femmine





INQUINATI In onda oggi martedì 24 luglio alle 21.00
Dopo 4 settimane W L’ITALIAdiretta con Riccardo Iacona è arrivata in Sicilia, a GELA.
Cinquant’anni fa l’ENI di Mattei scopre il petrolio, sulle coste e sul mare di quello che era un piccolo paese di contadini e pescatori e nasce il primo PETROLCHIMICO. Gela cresce tutt’intorno e diventa una cittadina di 80.000 abitanti.
In assenza di leggi e di controlli il PETROLCHIMICO in 50 anni di attività ha inquinato il mare, l’aria, l’acqua e la terra di Gela ed oggi è uno dei siti di interesse nazionali inseriti nel piano di bonifica del Ministero dell’Ambiente.
W L’ITALIAdiretta andrà in onda dalla piazza principale di Gela e presenterà gli ultimi dati a disposizione sull’inquinamento ambientale della zona e racconterà quanto costoso e faticoso è bonificare l’ambiente.
Oltre ai protagonisti di Gela, dal sindaco al pediatra di base, dalle famiglie dei bambini malformati fino al sostituto procuratore che si sta occupando della vicenda, interverranno l’on Felice Casson, il magistrato che si è occupato dell’inquinamento di Marghera e Giovanna Botteri, in collegamento dagli Stati Uniti, dove la legislazione sull’inquinamento è molto più dura ed efficace della nostra. Ad allargare l’inchiesta al resto del Paese sarà un reportage sui morti per amianto a Monfalcone.


http://www.wlitaliadiretta.rai.it/category/0,1067207,1067092--943,00.html

http://isolapulita.splinder.com/

Ultima Ora

Palermo, 24 lug. - Il consiglio di amministrazione dell’Ircac, riunito dal presidente Antonio Carullo, ha approvato delibere in favore di dodici cooperative siciliane che riceveranno finanziamenti per oltre 1 milione ed 825mila euro fra crediti a medio termine, crediti di esercizio e contributi interessi.
In particolare sono stati finanziati crediti a medio termine per le coop “Il Pozzo di Giacobbe” di Aragona (Agrigento) che si occupa di assistenza ai disabili e “Saporito” di Sant’Angelo di Brolo (Messina) attiva nell’edilizia. Crediti di esercizio sono stati concessi alle coop “Il Girasole” di Catania che gestisce servizi di assistenza per minori disabili gravi e una casa di riposo per anziani; “Piccolo teatro” di Catania che produce e distribuisce spettacoli teatrali; “Elevaction ” di Palermo che si occupa installa ascensori, montacarichi e scale mobili; “Legnosud” di Isola delle femmine (Palermo) che produce infissi esterni ed interni e mobili in legno; “La Piramide” di Alcamo (Trapani) che si occupa di lavori edili; “Coven” di Palermo che costruisce ed installa sistemi di aspirazioni ad uso industriale e civile e “Si.Co.Mar” di Marsala (Trapani) che lavora marmi e materiali lapidei. Approvati poi contributi interessi alle cooperative “Europa” costruzioni di Caltanissetta e “Luna Nuova” di Casteldaccia (Palermo).
Il cda ha inoltre votato un ordine del giorno con cui chiede una conferenza di servizio con gli assessorati regionali alla Cooperazione, Industria e Presidenza sulla legge 37/78 per la cooperazione giovanile. Approvati pure la semplificazione del procedimento per la cancellazione ipotecaria e una nuova convenzione per il contributo interessi alle cooperative con la Banca Agricola Popolare di Ragusa.


http://isolapulita.iobloggo.com/

No comments: