CONTRO L'ARROGANZA DEL POTERE:

PER LA LEGALITA', PER LA PARTECIPAZIONE, PER LA TRASPARENZA. PER IL CONFRONTO,PER LA CONDIVISIONE, PER L'INCLUSIONE, PER LA SOLIDARIETA', PER LA PROGETTUALITA', PER LA REALIZZAZIONE, PER L'ACCOGLIENZA, PER IL RISPETTO








Tuesday, December 06, 2016

Opportunità Offerte dai Fondi Europei - POR Sicilia 2000/2006

Assessorato della Famiglia, delle politiche sociali e delle Autonomie Locali
Opportunità Offerte dai Fondi Europei - POR Sicilia 2000/2006
"Viaggio tra i progetti finanziati dall'Unione Europea"
http://www.regione.sicilia.it/famiglia/Content/video.htm

Sinn Fein





 


Caricato il 22 lug 2008
Images from "Sinn Fein". Directors: Mimmo Calopresti and Claudio Paletto. Actors: Richi Ferrero and the Berlin Wall 1986
The contrast is based on three elements: the images of the Berlin Wall, the performance by Ferrero who

Nella periferia di Torino lo Stato non c'è






 


Pubblicato il 24 nov 2014
A Torino, in un anno, sono stati denunciati più di 160mila reati. La periferia Nord è uno dei quartieri più a rischio. Il viaggio di Valeria Castellano tra quei palazzi dove la politica è assente e la gente inizia a farsi giustizia da sé.

Barriera di Milano ( official video)



Pubblicato il 15 ott 2016
il video è stato girato da Alessandro Bulgini OPERAVIVENTE DI BARRIERA D MILANO una fonte d'ispirazione, siamo passati dalle parole ai fatti dato in questo quartiere Barriera di Milano tutti si lamentano ma, in pochi fanno qualcosa per migliorarla. ci volevano due teste pazze per iniziare in qualche modo.

Claudio Bondioli - Le Parole




Grazie Claudio è proprio vero le parole sono PIETRE

HUMAN - Rag'n'Bone Man - Traduzione

[Official Video] Mary, Did You Know? - Pentatonix

[Official Video] Say Something - Pentatonix (A Great Big World & Christi...

Monday, December 05, 2016

REFERENDUM A ISOLA DELLE FEMMINE

REFERENDUM A ISOLA DELLE FEMMINE


SAPPADA: 2.593 CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO NO AL GOVERNO RENZI, NO AL GOVERNO CROCETTA, NO ALLA NOSTRA AMMINISTRAZIONE CHE DEVE ACCONTENTARSI DI 847 VOTI DI si .

I 2.593 NO DEI CITTADINI DI ISOLA HANNO DETTO NO ALLA CORRUZIONE SI ALLA LEGALITA' NO ALLE FABBRICHE DI MORTE SI ALLA SALUTE SI ALLA VITA

2.593 CITTADINI CIOE' LA MAGGIORANZA ASSOLUTA A ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO NO AL TRASFORMISMO SI ALLA PARTECIPAZIONE

I 2.593 CITTADINI DI ISOLA HANNO DETTO NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DEL TERRITORIO DI ISOLA DELLE FEMMINE

I 2.593 NO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO STOP CEMENTO SI AL RECUPERO DEL PATRIMONIO ABITATIVO DI ISOLA DELLE FEMMINE

I 2.593 CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE NELLA SUA STRAGRANDE MAGGIORANZA HA ESPRESSO LA PROPRIA RABBIA CONTRO OGNI GENERE DI POTERE DI SOPRAFFAZIONE NEGAZIONE DEI PROPRI DIRITTI E PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GESTIONE DELLA CASA COMUNE.

I 2.593 CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO NO ALL'ARROGANZA DI CHI NELLA VESTE DI RAPPRESENTANTE DELLE ISTITUZIONI PENSA DI INDOSSARE I PANNI DEL PODESTA'

L'ULTIMO CHE ESCE CHE SPENGA LA LUCE

MARATEA

BERLUSCONI, BERSANI, BOLOGNA, GELLI, ITALICUM, LOGGIA P2, MASSONERIA, Mattarella, NAPOLITANO, NO, PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA, REFERENDUM, RENZI, RIFORMA COSTITUZIONALE, SENATO, SI,

Referendum, Orlando e Ferrandelli come i pesci dentro al barile…Referendum: in Sicilia (e non solo) si intravede una valanga di NO. Renzi annuncia le dimissioni Referendum, una valanga di No seppellisce Renzi e la sua arroganza


Referendum, Orlando e Ferrandelli come i pesci dentro al barile…

Il Sindaco di Palermo oggi esulta. Peccato che non abbia mosso un dito per la vittoria del No, almeno pubblicamente. Il candidato sindaco, Ferrandelli, invece, è riuscito a non dire neanche una parola.  Scommettiamo che, nei prossimi giorni, esulterà per il risultato?

Che bello, ora, potere dire: “Ho vinto”. Si sa, ad essere orfana, è sempre la sconfitta. I padri delle vittorie, invece sono tanti. Pure quelli che non hanno mosso un dito, almeno ufficialmente, per conseguirla la vittoria.
Parliamo, ad esempio, del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. In una intervista, è vero, ha dichiarato che avrebbe votato No. Ma tutto si è fermato lì: nessun dibattito, nemmeno una comparsa,  nessuna iniziativa in sostegno delle regioni del No. Dice di seguire il modello De Magistris, ma a differenza del Sindaco di Napoli, che anche in questa campagna referendaria è stato in prima linea per il No, non ha mosso un dito.
Oggi però esulta: “Da Palermo, con oltre il 72% di No, viene il risultato più netto fra i capoluoghi: un vero atto di amore per la Costituzione– dice all’Ansa- La sconfitta del Pd e dei suoi cespugli, come quella di Renzi deriva da un tentativo goffo di mascherare uno stravolgimento di alcuni valori importanti della Costituzione, fra cui il rapporto fra lo Stato da un lato e Regioni e Comuni dall’altro, dietro slogan vuoti e mistificazioni”.
Belle parole. Se solo avesse dimostrato il suo amore per la Costituzione con qualche iniziativa pubblica concreta, oggi suonerebbero come musica. Normale, dunque, che si presti all’ironia dell’opposizione: “Guarda che combinazione: per oltre un anno non ha mai detto una parola sul referendum, adesso, invece, Orlando addirittura rivendica la vittoria del NO e che Palermo sia stata la città con il maggior numero di contrari alla riforma voluta da Renzi. Come al solito, una gran bella faccia tosta – afferma Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che aggiunge: “Sono orgoglioso di essere “accozzaglia” con il sindaco di Napoli De Magistris, come ha detto ormai l’ex premier, ma certamente Orlando non può rivendicare nulla, anzi non ha nessun diritto di mettersi dalla parte dei vincitori, dopo che è stato il più renziano dei renziani, anche grazie alle sue scelte coloratissime e ai tanti “patti”, diventati ormai carta straccia, stretti con Renzi. Insomma, il sindaco si conferma ancora una volta come Giano Bifronte, pronto a cavalcare l’onda giusta pur di rimanere in sella”. Per completezza di informazioni, c’è chi sostiene che, comunque, gli uomini più vicini ad Orlando, su suo input, si sarebbero impegnati per il No. Attendiamo di conoscere i loro nomi e, comunque, questa eventuale scelta ‘democristiana’ lo giustifica poco dinnanzi agli occhi dei Siciliani che con coraggio hanno detto No in massa. Non se lo aspettava neanche lui?
Altro personaggio (in cerca d’autore) da cui ci attendiamo una dichiarazione trionfale è il candidato sindaco Fabrizio Ferrandelli. Davvero bravo. In tutto l’arco della lunghissima campagna elettorale, è riuscito ad evitare l’argomento e a non intestarsi nessuna battaglia per il No. Scommettiamo che, nei prossimi giorni, esulterà per il risultato?
Ma, insomma, ancora non lo hanno capito che la strategia del pesce dentro al barile non funziona più?

Mattarella, Grasso, Alfano, Faraone: i Siciliani non si sentono rappresentati

http://www.inuovivespri.it/2016/12/05/referendum-orlando-e-ferrandelli-come-i-pesci-dentro-al-barile/

Referendum: in Sicilia (e non solo) si intravede una valanga di NO. Renzi annuncia le dimissioni


Nella nostra Isola sembra che il No sia intorno al 70%. Ma la debacle è nazionale. Il Premier lascia: “Ho perso, il mio Governo finisce qui”
La prudenza è d’obbligo. Ma le prime proiezioni (quando scriviamo è da poco passata la mezzanotte) sui risultati del referendum costituzionale- che però coincidono con i primi risultati ufficiali- parlano di una sonora sconfitta del Si che sarebbe intorno al 40% contro il 59% del NO.
In Sicilia, addirittura, il No salirebbe fino al 70%. Anche qui parliamo di proiezioni, ma anche qui coincidono con i risultati ufficiali (sotto le tabelle). Al momento le sezioni scrutinate nella nostra Isola sono 2700  su 5.300 e il No è al 70,9% contro il 29% del Si.
L’affluenza a livello nazionale è stata del 68%, in Sicilia del 58%.
La stampa estera, come vi abbiamo raccontato qua, ha già dato la notizia e parla di una clamorosa sconfitta per il Premier. Che, intanto, parlando da Palazzo Chigi, ha ammesso la sconfitta:  “L’Italia ha scelto in maniera chiara e netta e ha scelto il No. Comunque è stata una festa della democrazia con una affluenza oltre le aspettative” ha detto il Premier che ha annunciato le sue dimissioni: “Ho perso, il mio Governo finisce qui. Domani salirò al Quirinale per rimettere il mio mandato nelle mani del Presidente della Repubblica”.
La vittoria del No in Sicilia (più che nel Nord Italia), come abbiamo avuto spesso modo di dirvi, era attesa. Forse non con questi numeri. La stessa cosa pare stia accadendo nel resto del Sud. E neanche questa è una sorpresa. Solo nel Trentino Alto Adige, comunque, si sarebbe registrata una netta vittoria del Si.
Adesso aspettiamo i dati ufficiali completi. Qui sotto quelli parziali. Ma nell’ormai ex Governo Renzi e nel PD è già iniziata la resa dei conti.






Referendum, una valanga di No seppellisce Renzi e la sua arroganza
Secca sconfitta di Renzi: 6 italiani su 10 hanno detto No alla sua pessima riforma costituzionale. La politica delle ‘mance’ – i soliti 80 Euro – questa volta non ha pagato. Ma se in Italia la sconfitta è netta, in Sicilia la batosta ‘incassata’ dall’attuale capo del Governo è micidiale. Oltre il 70% dei Siciliani ha detto No al presidente del Consiglio. Un messaggio ‘ferale’ per il Governo Crocetta e per il PD siciliano. Un probabile anticipo di quanto avverrà alle elezioni comunali di Palermo e, soprattutto, alle prossime elezioni regionali
E’ piombato ripetutamente in Sicilia, forse perché aveva capito che i Siciliani gli volevano fare un ‘mazzo così’. Ma le sue gite siciliane non gli hanno evitato la pesante sconfitta. Battuto nettamente in Italia con oltre il 60% di No alla sua pessima riforma costituzionale, Renzi è letteralmente crollato nella nostra Isola, se è vero che 7 Siciliani su 10 hanno votato No. Solo in Sardegna – altra Isola dove la gente, come oggi tanti Siciliani, lotta per l’Indipendenza – la percentuale di No supera i No della Sicilia.
Renzi esce pesantemente sconfitto dal referendum che, nei suoi vaneggiamenti, avrebbe dovuto consacrarlo leader. Sconfitto nonostante l’appoggio dell’Unione Europea dell’Euro, Germania in testa: sconfitto nonostante l’incondizionato appoggio del ‘giornaloni’ nazionali (che contano sempre di meno, non a caso a leggerli sono sempre meno italiani): sconfitto nonostante il suono delle ‘fanfare’ della Rai al gran completo: sconfitto nonostante gli appelli di tanti ‘intellettuali’ (in Italia sempre pronti ad andare in soccorso al potere): insomma sconfitto, sconfitto, sconfitto.
Su venti Regioni, soltanto tre hanno dato la maggioranza al Governo Renzi: la Toscana, l’Emilia Romagna e il Trentino Alto Adige. Nelle altre 17 Regioni Renzi è crollato.
Renzi fa sapere che il suo Governo, che fino ad oggi ha prodotto danni e accumulato fallimenti – dal Jobs Act alla ‘Buona scuola’, fino alla riforma costituzionale ‘bocciata’ dagli italiani – è al capolinea. Lui, Renzi, bontà sua, sarebbe pronto a levare le tende. Con molta probabilità, come ha osservato ieri sera Marco Travaglio, ha già pronto un ‘pupo’ da mettere al suo posto. Sarà così?
Il timore è che il Parlamento di ‘nominati’, in questo anno finale di legislatura, a partire da Berlusconi, riprovi a varare una nuova legge costituzionale – magari sollecitata da Bruxelles – magari da approvare con una maggioranza qualificata. Ipotesi fantasiosa? Speriamo bene, perché lo stesso Berlusconi non ha fatto mistero di volere la sconfitta di Renzi per poi andare a trattare con lui.
Insomma, non è detto che l’Italia, con il voto di ieri, si sia liberata dalla vecchia politica. Questi, purtroppo, ci sono sempre e, tutti insieme, controllano ancora la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica. Sono sputtanati, ma ci sono ancora. E sono pericolosi. Pesantissima la sconfitta di Renzi in Sicilia. I Siciliani, sempre sornioni, hanno capito chi è veramente l’attuale capo del Governo: un imbonitore pericoloso, bugiardo, acerrimo nemico del Sud. Negli ultimi due, tre mesi, con la complicità di un’informazione parziale e di sindaci siciliani da dimenticare, ha firmato i ‘Patti’, prima con il ‘re’ degli ascari siciliani, il solito Rosario Crocetta, poi con questa o quella città della nostra Isola, annunciando mirabolanti investimenti.
Come questo blog ha raccontato, i soldi che Renzi presentava in pompa magna in Sicilia – prima ad Agrigento con Crocetta e con il ministro siciliano Angelino Alfano, poi in alcuni Comuni – sono soldi del Sud, delle Regioni del Sud, soldi che il Governo Renzi ha taglieggiato, scippando almeno il 50% di tali somme (destinando tali soldi scippati al Sud alle Regioni Centro Nord), per poi presentarle come nuove. Un raggiro contabile e politico.
Il tutto – lo ribadiamo – con la complicità dei sindaci siciliani, con in testa Leoluca Orlando a Palermo, Enzo Bianco a Catania e persino Renato Accorintia Messina – che invece di rinfacciare a Renzi questa vergognosa presa per i fondelli, come ha fatto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, hanno ricevuto il capo del Governo ‘ringraziandolo’ per l’interesse dimostrato per il Sud. Penosi!
A questi sindaci e a tutta l’ANCI Sicilia (Associazione Nazionale Comuni Italiani) hanno dato una risposta i Siciliani, assestando una sonora ‘legnata’ a Renzi e a chi negli ultimi due mesi ha scagliato il reparto celere della Polizia a manganellare gli studenti siciliani scesi ripetutamente in strada – a Palermo e a Catania – per protestare contro Renzi.
Infatti, tra gli sconfitti di questa campagna elettorale ci sono i Rettori delle università di Palermo e di Catania, che non hanno potuto fare a meno di schierarsi con Renzi, consentendo al presidente del Consiglio di ‘spatualiare’ con grottesche manifestazioni politiche contrabbandate come “fatti istituzionali”. A conti fatti, due Rettori perfettamente in linea con l’ANCI siciliana.
Questa volta le ‘mance’ renziane non hanno funzionato, in Sicilia e nel resto d’Italia. Lo squallore degli 80 Euro lordi assegnati ai dipendenti pubblici a pochi giorni dal voto non ha funzionato. Anzi ha convinto tanti tra gli stessi dipendenti pubblici a votare contro un uomo politico che pensava di raggranellare consenso con mezzi che ricordano tanto la vecchia Dc dorotea e persino il ‘laurismo’ napoletano della scarpa sinistra da consegnare prima delle elezioni e della scarpa destra da consegnare ad elezione avvenuta. Ribadiamo: squallore a 24 carati!
Il voto di ieri in Sicilia è anche la sconfitta del Governo Crocetta. La sconfitta di un presidente della Regione che, per due volte – nel giugno del 2014 e nel giugno di quest’anno – ha firmato due ‘Patti’ con il Governo Renzi per regalare soldi e diritti dei Siciliani a Roma. Vergognosi!
A Crocetta, ai suoi assessori, al PD siciliano e, in generale, a tutti i partiti di centrosinistra che sostengono il peggiore Governo regionale della storia dell’Autonomia siciliana – peggiore anche del Governo di Raffaele Lombardo – i Siciliani hanno presentato l’ ‘antipasto’ delle elezioni regionali del prossimo anno.
E’ come se avessero detto ai vari Crocetta, Cracolici, Raciti, Marziano e via ‘ascareggiando’: tranquilli, stiamo arrivando, vi dobbiamo sopportare per altri nove mesi, ma arriveremo: pr voi abbiamo pronto un bel regalo, come quello che abbiamo rifilato al vostro ‘capo’ Renzi


REFERENDUM A ISOLA DELLE FEMMINE


SAPPADA: 2.593 CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO NO AL GOVERNO RENZI, NO AL GOVERNO CROCETTA, NO ALLA NOSTRA AMMINISTRAZIONE CHE DEVE ACCONTENTARSI DI 847 VOTI DI si .

I 2.593 NO DEI CITTADINI DI ISOLA HANNO DETTO NO ALLA CORRUZIONE SI ALLA LEGALITA' NO ALLE FABBRICHE DI MORTE SI ALLA SALUTE SI ALLA VITA

2.593 CITTADINI CIOE' LA MAGGIORANZA ASSOLUTA A ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO NO AL TRASFORMISMO SI ALLA PARTECIPAZIONE

I 2.593 CITTADINI DI ISOLA HANNO DETTO NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DEL TERRITORIO DI ISOLA DELLE FEMMINE

I 2.593 NO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO STOP CEMENTO SI AL RECUPERO DEL PATRIMONIO ABITATIVO DI ISOLA DELLE FEMMINE

I 2.593 CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE NELLA SUA STRAGRANDE MAGGIORANZA HA ESPRESSO LA PROPRIA RABBIA CONTRO OGNI GENERE DI POTERE DI SOPRAFFAZIONE NEGAZIONE DEI PROPRI DIRITTI E PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GESTIONE DELLA CASA COMUNE.

I 2.593 CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE HANNO DETTO NO ALL'ARROGANZA DI CHI NELLA VESTE DI RAPPRESENTANTE DELLE ISTITUZIONI PENSA DI INDOSSARE I PANNI DEL PODESTA'

L'ULTIMO CHE ESCE CHE SPENGA LA LUCE

MARATEA

BERLUSCONI, BERSANI, BOLOGNA, GELLI, ITALICUM, LOGGIA P2, MASSONERIA, Mattarella, NAPOLITANO, NO, PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA, REFERENDUM, RENZI, RIFORMA COSTITUZIONALE, SENATO, SI,

Sunday, December 04, 2016

PIANO ARIA





Cambiamo Aria



Il Piano regionale per la qualità dell'aria presentato dalla regione Sicilia nel 2007 somiglia stranamente a quello del Veneto. Semplice coincidenza?

E' da un pò che in Sicilia non si respira più la stessa aria. Da Palermo a Gela, da Catania a Caltanisetta ci sono segnali di cambiamento che vengono dalla società civile, dai commercianti, dagli industriali che si ribellano contro la mafia e il pizzo. Anche la burocrazia regionale se n'è accorta. Per questo nel "Piano Regionale di Coordinamento per la tutela della qualità dell'aria", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana, sono state introdotte importanti novità. 

Ora siamo più europei e lo conferma il rigido clima dell'isola. In più abbiamo un "bacino aerologico padano" e "piste ciclabili lungo gli argini dei fiummi e dei canali" presenti nei centri storici dei comuni siciliani. A leggere il piano in questione si può fare a meno anche dell'autonomia, dato che anche il Parlamento , l'Assemblea Regionale, è diventato un normale Consiglio regionale come quello del Veneto.

Un bel sogno che è stato interrotto da quei materialisti di Legambiente che hanno rilevato come il Piano sia, per usare un eufemismo, troppo simile a quello del Veneto. E dire che porta la firma di ben nove eccellenti autori: dirigenti dell'Assessorato e professori universitari, L'Assessore all'Ambiente Rossana Interlandi, dice che nel caso in cui errori vi siano stati, questi devono essere accertati, e comunque questo non legittima nessuno a parlare di plagio.  L'Assessore ha ragione, in primo luogo perchè ispirarsi a un piano esistente conferma la teoria che riciclare conviene

E poi, non è che i piani regionali sono tutelati da diritto d'autore, senno dovrebbero riconoscere anche i diritti Siae ai dirigenti e consulenti che li preparano, Quindi è giusto che nessuno dei responsabili di questo piano cambi aria. In fondo la Regione non è mica il Palermo Calcio, che dopo una partita persa 5 a 0 con la Juve esonera l'allenatore. Bisogna prima accertarsi di non aver perso la partita.
Se intanto il campionato finisce, pazienza.
Gianpiero Caldarella Sdisonorata Società Navarra editore Piano Regione Sicilia Qualità e Tutella dell'Aria

IL PIANO COPIATO

NUMERO DELLE RIGHE DEL PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL’ATMOSFERA DELLA REGIONE VENETO (approvato con delibera 452 del 15 febbraio 2000 ed adottato con deliberazione 57 del CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO dell’11.11.2004, BOCCIATO DALLA COMMISSIONE AMBIENTE D’EUROPA (DUMAS) NELL’APRILE 2006) COPIATE NEL PIANO REGIONALE DI COORDINAMENTO PER LA TUTELA DELLA QUALITA’ DELL’ARIA APPROVATO CON Decreto Assessoriale 176/GAB Regione Sicilia del 9 Agosto 2007


Nel conteggio del numero delle righe SI SONO ESCLUSI : Titoli dei paragrafi e sottoparagrafi, tabelle, grafici e figure per ogni capitolo.
Il conteggio si riferisce solo al raffronto con il Piano della Regione Veneto e non comprende le altre fonti copiate.

Capitolo 1
Totale delle righe del piano Sicilia 564
Righe del piano Veneto riproposte(INCOLLATE) nel Piano Sicilia 323
Incidenza percentuale 57,26%
Capitolo 2
Totale delle righe del piano Sicilia 2002
Righe del piano Veneto riproposte(INCOLLATE) nel Piano Sicilia 520
Incidenza percentuale 25,97%
Capitolo 3
Totale delle righe del piano Sicilia 396
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 265
Incidenza percentuale 66,91%
Capitolo 4 [include solo un elenco di norme; non conteggiato]
Totale delle righe del piano Sicilia 222
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 1
Capitolo 5
Totale delle righe del piano Sicilia 61
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 31
Incidenza percentuale 50,81%
Capitolo 6
Totale delle righe del piano Sicilia 617
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 566
Incidenza percentuale 91.73%
Capitolo 7
Totale delle righe del piano Sicilia 659
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 73
Incidenza percentuale 11%
Capitolo 8
Totale delle righe del piano Sicilia 46
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 23
Incidenza percentuale 50%
Capitolo 9
Totale delle righe del piano Sicilia 30
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 30
Incidenza percentuale 100%
Capitolo 10
Totale delle righe del piano Sicilia 8
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 8
Incidenza percentuale 100%
Glossario
Totale delle righe del piano Sicilia 202
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 136
Incidenza percentuale 67,32%
BIBLIOGRAFIA RIGHE DEL PIANO SICILIA 76
T O T A L I
Totale delle righe dell’INTERO Piano Sicilia 4.585(*)
Righe del piano Veneto riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 2.167
Incidenza percentuale 47,26%
(*)non conteggiate le pagine dell’elenco delle normative e della bibliografia

POSIZIONAMENTO DELLE RIGHE COPIATE DAL PIANO ARIA DEL VENETO INCOLLATE SUL PIANO SICILIA:
CAPITOLO 1
PAG 9 dalla 16° alla 50° riga
PAG 10 dalla 1° alla 10° riga; dalla 12° alla 31° riga
PAG 11 dalla 1° alla 24° riga; dalla 26° alla 31°; dalla 34° alla 39°; dalla 42° alla 52°
PAG 12 dalla 1° alla 26° riga; dalla 30° alla 33°; dalla 39° alla 39° dalla 43° riga
PAG 13 dalla 1° alla 6° riga
PAG 25 dalla 1° alla 42° riga
PAG 26 dalla 1° ; dalla 5° alla 16°; dalla 21° alla 25°
PAG 27 dalla 1° alla 32° riga
PAG 28 dalla 1° alla 46°; dalla 48° alla 50°
PAG 29 dalla 1° alla 8° riga
CAPITOLO 2
PAG 30 dalla 25° alla 26° riga; dalla 33° alla 53°
PAG 31 dalla 1° alla 14° riga; dalla 16° alla 25°
PAG 33 dalla 13° alla 14° riga
PAG 49 dalla 9° alla 25° riga; 31°
PAG 70 dalla 1° alla 29° riga
PAG 72 dalla 18° alla 23° riga
PAG 74 dalla 1° alla 24° riga
PAG 90 dalla 18° alla 28°; dalla 31° alla 32°; dalla 38° alla 40°
PAG 91 dalla 14° alla 24° riga
PAG 99 dalla 7° alla 10° riga; dalla 27° alla 43°
PAG 100 dalla 34° alla 35° riga
PAG 101 dalla 10° alla 15° riga
PAG 111 dalla 1° alla 8° riga; dalla 11° alla 13°
PAG 112 dalla 5° alla 7° riga
PAG 114 dalla 3° alla 7° riga; dalla 11° alla 17°; dalla 20° alla 25°
PAG 116 dalla 1° alla 9° riga; dalla 17° alla 27°; 34°
PAG 121 dalla 22° alla 24° riga
PAG 122 dalla 1° alla 15° alla 22° riga
PAG 126 dalla 1° alla 15° riga; dalla 21° alla 26°; dalla 30° alla 39°; dalla 42° alla 44°; dalla 48° alla 49°
PAG 127 dalla 3° alla 17° riga; dalla 26° dalla 36° alla 40° riga
PAG 128 dala 17° alla 22° riga; dalla 46° alla 57°
PAG 129 dalla 1° alla 50° riga
PAG 130 dalla 1° alla 10° riga; dalla 15° alla 17°; dalla 31° alla 50°
PAG 131 dalla 1° alla 11° riga
PAG 132 dalla 1° alla 18° riga
PAG 133 dalla 1° alla 29° riga
PAG 135 dalla 8° alla 9° riga
PAG 140 dalla 1° alla 14° riga
PAG 141 dalla 50° alla 51° riga
PAG 142 dalla 2° alla 3° alla 9° riga
CAPITOLO 3
PAG 169 dalla 1° alla 20° riga; dalla 24° alla 52°
PAG 170 dalla 16° alla 26° riga
PAG 172 dalla 1° alla 5° riga
PAG 173 dalla 12° alla 14° riga
PAG 174 dalla 1° alla 15° riga
PAG 175 dalla 1° alla 4° riga; dalla 11° 14° riga
PAG 177 dalla 8° alla 10° riga; dalla 11° alla 12°
PAG 178 dalla 1° alla 8° riga
PAG 180 dalla 1° alla 6° riga
PAG 181 alla 2° alla 9° riga
PAG 185 dalla 1° alla 4° e la 6° riga
PAG 186 dalla 7° alla 16° riga
PAG 189 dalla 1° alla 2°; dalla 4° alla 5°
PAG 190 dalla 1° alla 44° riga
PAG 191 dalla 1° alla 40° riga
PAG 192 dalla 1° alla 27° riga
PAG 193 dalla 1° alla 10° riga
PAG 195 dalla 3° alla 10° riga; dalla 12° alla 14°
CAPITOLO 4
PAG 196 34° RIGA
CAPITOLO 5
PAG 202 dalla 9° alla 12° riga; 15°
PAG 203 dalla 1° alla 20° riga; dalla 25° alla 29°
CAPITOLO 6
PAG 204 dalla 4° alla 7° riga; dalla 13° alla 16°; dalla 20° alla 22°; dalla 37° alla 44°
PAG 205 dalla 1° alla 46° riga
PAG 206 dalla 1° alla 51° riga
PAG 207 dalla 1° alla 36° riga
PAG 208 dalla 1° alla 42° riga
PAG 209 dalla 1° alla 36° riga
PAG 210 dalla 1° alla 3°; dalla 4° alla 8°
PAG 211 dalla 1° alla 48° riga
PAG 212 dalla 1° alla 41° riga
PAG 213 dalla 1° alla 46° riga
PAG 214 dalla 1° alla 42° riga
PAG 215 dalla 1° alla 39° riga
PAG 216 dalla 1° alla 53° riga
PAG 217 dalla 1° alla 17° riga; dalla 19° alla 42°
PAG 218 dalla 1° alla 10°; 16°; 17°; dalla 20° alla 26°; dalla 28° alla 36°
CAPITOLO 7
PAG 219 dalla 1° alla 17° riga; dalla 20° alla 25°
PAG 220 dalla 5° alla 15° riga; dalla 21° alla 26°
PAG 232 dalla 19° alla 45° riga
PAG 233 dalla 1° alla 6° riga
CAPITOLO 8
PAG 234 dalla 3° alla 4° riga; dalla 15° alla 16°; dalla 20° alla 21°; dalla 26° alla 40°; dalla 43° alla 44°
CAPITOLO 9
PAG 235 dalla 1° alla 29° riga
CAPITOLO 10
PAG 236 dalla 1° alla 8° riga
GLOSSARIO
PAG 237 dalla 1° alla 59° riga
PAG 238 dalla 1° alla 61° riga
PAG 239 dalla 1° alla 5° riga

Numero delle righe COPIATE dalle altre 32 fonti (+PIANO VENETO) e INCOLLATE nel PIANO SICILIA

1. FONTE DEL COPIATO: Piano regionale di tutela e risanamento dell’atmosfera della Regione Veneto
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 2.167
2. FONTE DEL COPIATO: http://www.globalgeografia.com.pdf
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia 7
3. FONTE DEL COPIATO: Programma Pluriennale regionale attuativo regolamento CEE 2080/92
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 75
4. FONTE DEL COPIATO: Il turismo in Sicilia 200-2001 pag 312
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 21
5. FONTE DEL COPIATO: http://www.sinanet.apat.it/it/sinanet/progetti/pri_clc2000/ilprogetto-i-clc2000-in_italia/metodologia/iv_livello_clc
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 10
6. FONTE DEL COPIATO:Agenda21, Relazione sullo stato dell’ambiente, Città di Palermo
N° RigheCOPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 61
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 28
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 8
9. FONTE DEL COPIATO Dipartimento Chimica Università Palermo
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 56
10. FONTE DEL COPIATO AMIA, Il rilevamento dell’inquinamento acustico ed atmosferico nel Comune di Palermo, Agosto 1997-Dicembre 1998
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 65
11. FONTE DEL COPIATO AMIA, 3a Relazione
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 4
12. FONTE DEL COPIATO AMIA, 4a Relazione
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia
13. FONTE DEL COPIATO AMIA, 5a Relazione
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 75
14. FONTE DEL COPIATO . Drago "Carta climatica e Atlante climatologico della Sicilia"
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 318
15. FONTE DEL COPIATO E. Golfieri e G. Silvestri “Progetto di residenze con l’utilizzo di sistemi solari passivi e di raffrescamento naturale ad Alfonsine (RA), Tesi di Laurea, Università di Ferrara, 1997-1998
N°Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 8
16. FONTE DEL COPIATO ENEA 1999
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 40
17. FONTE DEL COPIATO A. Drago “I processi di desertificazione e i possibili interventi di mitigazione”
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 6
18. FONTE DEL COPIATO Istituto Veneto Tesi di Laurea
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 22
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 212
20. FONTE DEL COPIATO Piano Provinciale Tutela Qualità aria Provincia Trento
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 9
21. FONTE DEL COPIATO APAT BIOMONITORAGGIO
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 140
22. FONTE DEL COPIATO Linee guida per la formazione del “Piano di risanamento ambientale e rilancio economico del Comprensorio del Mela”, 2005
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 76
23. FONTE DEL COPIATO ARPA Laboratorio mobile, Comune di Milazzo, 2005-2006
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N°121
24. FONTE DEL COPIATO ANNUARIO ARPA 2004
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 186
25. FONTE DEL COPIATO ANNUARIO ARPA 2005
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 248
26. FONTE DEL COPIATO ANNUARIO ARPA 2006
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 264
27. FONTE DEL COPIATO D:M. 261/2002
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 14
28. FONTE DEL COPIATO 158-168 Genchi Cammarata
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 34
29. Allegato Tecnico Convenzione Università PA CIRIAS datato 7.2.2008
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 19
30 Convenzione Università Messina dr. Parmaliana datato 17.3.2005 A.R.T.A. dr. Genchi
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 44
31 Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi-Cammarata Università PA Ing Barbaro
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 12
32 Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi Università PA Ing Barbaro”Oggetto Attività di ricerca”
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 11
33 FONTE DEL COPIATO Assessorato Turismo, Comunicazioni e Trasporti “Piano Regionale dei Trasporti e della Mobilità”, Piano Direttore, 2002
N° Righe COPIATE E INCOLLATE nel Piano Sicilia N° 34

TOTALI RIGHE PRESE-COPIATE DALLE 33 FONTI E INCOLLATE SUL “PIANO REGIONALE DI COORDINAMENTO PER LA TUTELA QUALITA’ DELL’ARIA AMBIENTE DELLA REGIONE SICILIA” 2291+2.167 N° 4.458

T O T A L I

Totale delle righe dell’INTERO Piano Sicilia 4.882
Righe COMPLESSIVE DELLE 33 FONTI riproposte (INCOLLATE) nel Piano Sicilia 4.458

Incidenza percentuale 91,31%

COPIATO NON SOLO DAL PIANO VENETO ma..: FONTI DEL COPIATO E INCOLLATO SUL PIANO SICILIA

CAPITOLO 1 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Global Geografia
PAG 15 dalla 1° alla 5° riga
Programma Pluriennale
PAG 15 dalla 5° alla 9° riga;
Turismo in Sicilia pag 312
PAG 16 dalla 1° alla 13° riga;
Programma Pluriennale
PAG 17 dalla 4° alla 15° riga;
SINANET
PAG 18 dalla 1° alla 13° riga
Relazione sullo stato dell’ambiente Agenda 21 pag 26-27 e 113-117
PAG 20 dalla 1° alla 12° riga
PAG 21 dalla 1° alla 21° riga
PAG 22 dalla 1° alla 25° riga
Programma Pluriennale
PAG 23 dalla 1° alla 23°;
CAPITOLO 2 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Annuario ARPA 2005 PAG 2.2 e 2.6
PAG 30 dalla 8° alla 25° riga; dalla 37° alla 49° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.26 -2.30
PAG 31 dalla 26° alla 34° riga; dalla 21° alla 25° riga;
PAG 32 dalla 3° alla 5° riga;
Prov Torino AZOTO
PAG 35 dalla 16° alla 24° riga
Prov Torino ZOLFO
PAG 35 dalla 5° alla 15° riga
Annuario ARPA 2004 PAG 2.14 -2.25, 2.8-2.13,2.36-2.40
PAG 35 dalla 1° alla 4° riga, 16,dalla 25° alla 37° riga,
PAG 36 dalla 1° alla 18° riga,
PAG 38 dalla 1° alla 13° riga, dalla 15° alla 30° riga, dalla 32° alla 37° riga,
PAG 39 dalla 1° alla 38° riga,
PAG 41 dalla 1° alla 7° riga,
PAG 42 dalla 1° alla 14° riga, dalla 17° alla 27° riga,
PAG 46 dalla 11° alla 12° riga,
PAG 47 dalla 1° alla 17° riga
Annuario ARPA 2005 PAG 2.7
PAG 49 dalla 30° alla 34° riga
Annuario ARPA 2006 PAG 2.6 e 2.28
PAG 49 dalla 41° alla 42° riga
PAG 50 dalla 1° alla 9° riga
PAG 50 dalla 10° alla 24° riga
PAG 51 dalla 1° alla 2° riga
PAG 52 dalla 1° alla 49° riga
PAG 53 dalla 1° alla 15° riga
Annuario ARPA 2004 PAG 2.42
PAG 70 TABELLA
Annuario ARPA 2005 PAG 2.18 e 2.19
PAG 71 dalla 24° alla 26° riga
PAG 72 dalla 1° alla 8° riga
AMIA Palermo relazione 97/98 pag 44-47
PAG 81 dalla 5° alla 29° riga
PAG 81 dalla 38° alla 99° riga
PAG 81 dalla 5° alla 29° riga
PAG 82 dalla 1° alla 4° riga
PAG 82 dalla 7° alla 8° riga
PAG 83 dalla 1° alla 7° riga
PAG 83 dalla 8° alla 9° riga
PAG 83 dalla 11° alla 12° riga
PAG 83 dalla 13° alla 159° riga
AMIA Palermo III relazione pag 278-284
PAG 84-86 TABELE
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 103-106 109-112
PAG 93 dalla 1° alla 31° riga,
PAG 93 dalla 32° alla 40° riga
Università Ferrara tesi laurea “l’AMBIENTE NATURALE” capitolo 2°
PAG 96 dalla 10° alla 15° riga
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 103-106 109-112
PAG 99 dalla 7° alla 11° riga, dalla 1° alla 21° riga
Programma Pluriennale
PAG 99 dalla 1° alla 6° riga, dalla 11° alla 26° riga
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 106 112-113
PAG 101 dalla 7° alla 10° riga
PAG 103 dalla 1° alla 4° riga,
ENEA 1999
PAG 105 dalla 5° alla 40° riga
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 106 112-113
PAG 106 dalla 1° alla 3° riga,
PAG 106 dalla 4° alla 17° riga,
I Processi di desertificazione e i possibili rimedi pag 1
PAG 109 dalla 1° alla 5° riga,
Carta Climatica a atlante della Sicilia pag 106 112-113
PAG 110 dalla 1° alla 7° riga,
PAG 110 dalla 8° alla 24° riga
Istituto Veneto pag 20-21
PAG 111 dalla 14° alla 25° riga
PAG 112 dalla 1° alla 3° riga
Piano Provinciale Tutela Aria Provincia Trento pag 38
PAG 114 dalla 15° alla 17° riga, dalla 25° alla 27° riga;
Annuario Arpa 2006 pag 2.29 2.31-2.32
PAG 115 dalla 1° alla 29° riga
Annuario Arpa 2006 pag 2.31-2.32
PAG 118 dalla 1° alla 8° riga
Annuario Arpa 2005 pag 2.23-2.24
PAG 124 dalla 34° alla 46° riga
DIRVIT
PAG 126 dalla 16° alla 20° riga; dalla 23° alla 25° riga; dalla 36° alla 37° riga; dalla 41° alla 44° riga; dalla 47° alla 51° riga;
PAG 127 dalla 1° alla 2° riga; dalla 18° alla 35° riga; dalla 40° alla 47° riga; dalla 48° alla 52° riga;
PAG 128 dalla 1° alla 17° riga; dalla 24° alla 31° riga; dalla 32° alla 46° riga;
PAG 129 dalla 1° alla 19° riga;
PAG 130 dalla 11° alla 14° riga;
Annuario Arpa 2006 pag 2.25-2.39
PAG 133 dalla 32° alla 45° riga;
PAG 134 dalla 9° alla 22° riga;
PAG 136 dalla 1° alla 17° riga; dalla 24° alla 26° riga
PAG 137 dalla 1° alla 19° riga;
PAG 138 dalla 1° alla 22° riga;
PAG 139 dalla 1° alla 18° riga;
AMIA V relazione pag 276-284
PAG 138 E PAG 139 TABELLE
APAT Biomonitoraggio 2005
PAG 140 dalla 15° alla 34° riga,
Linee Guida Comprensorio del Mela 2005 pag 69-70
PAG 140 dalla 35° alla 36° riga,
PAG 141 dalla 1° alla 24° riga,
ARPA Laboratorio Mobile Milazzo pag 14, 22-24,32-42
PAG 151 dalla 8° alla 11° riga,
PAG 152 dalla 1° alla 32° riga,
PAG 153 dalla 1° alla 40° riga,
PAG 154 dalla 1° alla 11° riga,
AMIA III IV V Relazione
PAG 157 dalla 17° alla 29° riga,
AMIA III Relazione
PAG 157 TABELLA
CAPITOLO 3 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Annuario ARPA 2005 PAG 2.25 e 2.26
PAG 157 dalla 17° alla 29° riga,
AMIA Acidità Piogge acide pag 32
PAG 157 dalla 14° alla 23° riga,
AMIA V Relazione pag 276
PAG 157 dalla 17° alla 29° riga,
GENCHI-CAMMARATA
PAG 158 dalla 1° alla 46° riga,
PAG 159 dalla 1° alla 24° riga,
Annuario ARPA 2005 PAG 2.25 e 2.26
PAG 170 dalla 1° alla 12° riga,
PAG 171 dalla 1° alla 12° riga,
AMIA V Relazione pag 276
PAG 172 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.33-2.34
PAG 173 dalla 6° alla 10° riga,
PAG 173 dalla 1° alla 3° riga,
PAG 173 dalla 7° alla 18° riga,
AMIA V Relazione pag 283-284
PAG 174 e pag 175 TABELLE
Annuario ARPA 2004 PAG 2.58 -2.69
PAG 173 e pag 173 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.29 e 2.30
PAG 175 dalla 5° alla 10° riga, dalla 15° alla 25° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.64
PAG 176 TABELLE
AMIA V Relazione pag 281
PAG 176 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.31-2.32
PAG 177 dalla 1° alla 7° riga, dalla 11° alla 16° riga,
PAG 178 TABELLE
Annuario ARPA 2004 PAG 2.67
PAG 178 TABELLE
AMIA V Relazione pag 279-280
PAG 179 TABELLE
AMIA V Relazione pag 279-280
PAG 180 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.27
PAG 181 dalla 10° alla 16° riga; dalla 18° alla 25° riga;
PAG 182 dalla 1° alla 6° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.64
PAG 182 TABELLE
AMIA V Relazione pag 276-278 e 284
PAG 182 TABELLE
Annuario ARPA 2005 PAG 2.35
PAG 186 dalla 17° alla 33° riga;
Annuario ARPA 2004 PAG 2.72
PAG 187 TABELLE
AMIA V Relazione pag 281-283
PAG 187 TABELLE
Annuario ARPA 2004 PAG 2..44-2.46
PAG 201 dalla 1° alla 17° riga;
PAG 202 dalla 1° alla 8° riga;
CAPITOLO 4 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Linee Guida Comprensorio del Mela 2005 pag 196
PAG 196 dalla 1° alla 20° riga
DM 261/2002
PAG 196 dalla 21° alla 34° riga
Normativa
PAG 196 dalla 35° alla 47° riga
PAG 197 dalla 1° alla 60° riga
CAPITOLO 5 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Annuario ARPA 2004 PAG 2..44-2.46
PAG 201 dalla 1° alla 17° riga
PAG 202 dalla 1° alla 8° riga
CAPITOLO 7 fonti del copiato sul Piano Sicilia
Allegato Tecnico Convenzione Università PA CIRIAS ARTA datato 7.2.2008
PAG 220 dalla 19° alla 38° riga
Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi Università Messina dr. Parmaliana 17.3.2005 Allegato Tecnico
PAG 226 dalla 38° alla 44° riga
PAG 227 dalla 1° alla 37° riga
Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi-Cammarata Università PA Ing Barbaro
PAG 229 dalla 1° alla 12° riga
Convenzione Università A.R.T.A. Dr. Genchi Università PA Ing Barbaro”Oggetto Attività di ricerca”
PAG 229 dalla 13° alla 30° riga
PAG 230 dalla 1° alla 4° riga
Piano Direttore Assessorato Turismo e Trasporti Sicilia pag 4-6
PAG 233 dalla 7° alla 27° riga
CAPITOLO BIBBLIOGRAFIA fonti del copiato sul Piano Sicilia
Bibliografia Annuario ARPA pag 2.37-2.39
PAG 240 dalla 1° alla 59° riga
PAG 241 dalla 1° alla 21° riga